Canore Rai, fino al 30 giugno puoi pagare la metà: come ottenere lo sconto

Fino al 30 giugno 2022, presentando apposita domanda, è possibile ottenere uno sconto del 50% sul Canone Rai: tutti i dettagli

Molto presto arriveranno importanti novità per quanto riguarda il canone Rai. Si tratta di una tassa inserita all’interno della bolletta dell’energia elettrica.

Rai
L’ultima indiscrezione inaspettata in casa Rai (via Screenshot)

Ha un costo di 90 euro all’anno, per un totale di dieci rate da 9 euro ciascuna, da gennaio ad ottobre, cui tutti i cittadini sono obbligati a pagarlo. Tuttavia l’importo richiesto può essere versato anche in un’unica soluzione entro il 31 gennaio tramite il modello F24. Termine che, però, almeno per quest’anno è già scaduto. Tuttavia, ci sono alcune categoria di soggetti che sono esentati da tale obbligo. Scopriamo quali:

  • se si hanno più di 75 anni, con reddito proprio e del coniuge non superiore
  • complessivamente a 6713,98 euro annuali, senza conviventi
  • un reddito basso fino ad otto mila euro
  • militari con cittadinanza non italiana
  • militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente agli apparecchi di uso comune destinati a visione collettiva in ospedali militari
  • Agenti diplomatici e consolari, dei Paesi che in condizione di reciprocità a loro volta esonerino i loro colleghi italiani da eventuali obblighi analoghi
  • chi possiede un’utenza elettrica nella propria seconda casa

La richiesta di esenzione dovrà essere inviata al Fisco.

Canone Rai, chi può beneficiare dello sconto del 50%

Canone Rai
Arriva una clamorosa decisione del governo italiano sul canone (WebSource)

Molto presto arriveranno importanti cambiamenti per quanto riguarda il canone Rai. Nel corso del 2022, infatti, sarà messa in pratica una nuova disciplina che consentirà a determinati contribuenti di ottenere uno sconto dell’imposta. La nuova misura consentirà di pagare la metà del costo attuale. Tuttavia, il beneficio spetterà esclusivamente a poche categorie di persone. La grande novità, invece, arriverà nel 2023 con il Decreto Concorrenza, che segnerà la definitiva cancellazione della tassa dalla bolletta della luce. Tale intervento è giunto, dopo la bocciatura della Commissione europea, per quanto riguarda questa modalità di erogazione dell’imposta.

Invece entro il 30 giugno 2022, come spiega QuiFinanza, presentando domanda in cui si attesta di non avere televisori in casa o anche computer si avrà diritto a godere di una parziale esenzione. Dunque, in tal caso il canone costerà 45 euro anziché 90, con il pagamento che interesserà solamente cinque mesi. Tuttavia, per coloro che dichiareranno il falso saranno previste delle multe salatissime di almeno 600 euro oltre che una pena detentiva fino a due anni di reclusione. Un dipendente dell’Agenzia delle Entrate, senza preavviso, potrebbe fare un controllo presso le nostre abitazioni per verificare lo stato dei fatti.