Moneta 50 centesimi rara: come riconoscere questa che vale 170mila euro

Questa moneta da 50 centesimi è davvero molto rara e può valere 170mila euro: puoi riconoscerla da tre indizi. Scopriamo tutto quello che bisogna sapere e come fare per capire se abbiamo tra le mani questa moneta.

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, avrà sognato di svegliarsi un giorno ed avere un gran colpo di fortuna per potersi sistemare. C’è chi spera di indovinare un terno, chi investe in criptovalute, chi gioca al gratta e vinci. Insomma, la componente scaramantica la vive chiunque perché è fisiologica. Eppure, esiste un modo che è molto sottovalutato ma che i collezionisti conoscono molto bene.

moneta 50 centesimi
Moneta 50 centesimi rara (foto: ebay)

Negli ultimi anni, le politiche governative tendono a limitare l’uso del contante incentivando gli acquisti con il bancomat. Un modo per combattere l’evasione fiscale che, con il tempo, finirà per sostituire totalmente le monete e le banconote.

Per il momento, però, avendole ancora a disposizione, si può prestare un po’ di attenzione a quello che ci capita tra le mani. In pochi sono a conoscenza del fatto che alcune monete dal valore quasi nullo in realtà possono valere delle vere e proprie fortune. La motivazione dipende dal fatto che, a causa di errori di conio, diventano dei pezzi unici che i collezionisti pagano fior fior di quattrini. Quest’oggi analizziamo il caso di una moneta da 50 centesimi molto rara. Scopriamo come riconoscerla qualora ci capitasse tra le mani.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

I tre indizi per riconoscere questa moneta da 50 centesimi rara

moneta 50 centesimi
Una moneta da 50 centesimi in primo piano posta su un tavolo (via pixabay)

Come si diceva in precedenza, le monete diventano rare o rarissime in base agli errori di conio. Nel corso del lontano 2002, nel nostro Paese ne sono state prodotte ben 1.136.568.000. In particolare, quelle da 50 centesimi sono state classificate con la sigla CC. Affinché una moneta qualsiasi acquisti un valore maggiore, ovviamente, deve essere particolare. Nel caso che stiamo esaminando, i 50 centesimi in foto (quella in alto nell’articolo) presentano ben tre errori di conio che ne determinano l’unicità. Analizziamo, adesso, quali sono. Per farlo consigliamo una rapida revisione della moneta nella prima fotografia.

  • La mancanza della coda del cavallo di Marco Aurelio (freccia verde).
  • La mancanza della R che simboleggia la zecca di Roma (freccia bianca).
  • La mancanza delle cinque stelle (frecce arancioni).

Si specifica, per chiarezza espositiva, che la descrizione degli errori di conio in questione e la cifra di circa 170mila euro sono fornite unicamente dall’inserzionista che ha messo in vendita la moneta in foto su ebay.