Digitale terrestre, spariscono questi canali: telespettatori infuriati

Sono spariti diversi canali dal Digitale Terrestre. Quanto accaduto ha fatto infuriare i telespettatori: andiamo a vedere cos’è successo. 

Nuovo inconveniente sul Digitale Terrestre, con alcuni canali che sono letteralmente spariti dalla lista. Il nuovo inconveniente ha fatto infuriare tutti i telespettatori. Andiamo quindi a vedere quanto accaduto e come risolvere il problema.

Digitale Terrestre
L’ultimo problema scoppiato per gli utenti del digitale terrestre (via WebSource)

Non si arrestano i problemi per il Digitale Terrestre dopo lo switch-off che è avvenuto ufficialmente lo scorso 9 marzo. Questo cambiamento ha obbligato le tv locali al passaggio a una frequenza pianificata a livello regionale. Proprio questo passaggio, però, non è stato indolore. Infatti si sono verificati nuovi problemi, stavolta che hanno colpito le emittenti a Mantova.

Infatti la provincia lombarda non è stata inserita nel piano frequenze della Lombardia ma in quello del Veneto, la cui gestione è stata affidata a Raiway. Purtroppo però proprio questa scelta ha portato migliaia di mantovani a rimanere senza segnale, con l’accesso compromesso ad alcuni canali locali. Una situazione molto simile, ad inizio febbraio, si era verificata proprio in Veneto. Anche in quel caso il problema fu superato solamente dopo la denuncia di una dozzina di emittenti locali. Infatti in seguito ci fu un emendamento inserito nel decreto Milleproroghe, presentato dal Pd e sottoscritto da tutti i gruppi parlamentari.

Digitale Terrestre, ancora problemi dopo lo switch-off: stavolta l’inconveniente è a Mantova

digitale terrestre
Ancora problemi per il nuovo segnale del digitale terrestre (Pixabay)

Stavolta come detto i problemi si sono riscontrati a Mantova. Sono diverse le reti locale sparite addirittura dalla lista canali. Mentre invece quelle che sono sopravvissute all’inconveniente hanno dovuto fare i conti con una continua assenza di segnale. Attualmente la rete che sta soffrendo maggiormente è proprio Telemantova, unica emittente locale della provincia, società del Gruppo Athesis, editore anche della veronese Telearena.

L’emendamento pro Veneto ha istituito un tavolo tecnico con Mise, Agcom e Raiway con il via libera all’accensione di un impianto a Velo Veronese, nella Lessinia. I parametri, però, non sono stati sufficienti per garantire un giusto segnale anche a Mantova a causa di un segnale “debole”. A spiegare il problema ci ha pensato proprio Andrea Pietro Faltracco, Cfo del Gruppo Athesis.

Infatti Andrea Pietro Faltracco ha risposto alle denunce delle emittenti mantovane affermando: “Per questo anche con l’aiuto della Regione Veneto facciamo appello a tutte le parti coinvolte affinché s’impegnino per trovare soluzioni a questa gravissima privazione di informazione locale per un’intera provincia“. Vedremo quindi se il problema sarà risolto nelle prossime ore.