Superbonus 110%, cambiano i massimali: i nuovi importi

Il Governo ha introdotto nuovi massimali per quanto riguarda il Superbonus 110%: tutti i dettagli  

I nuovi paletti, pur prevedendo un aumento del 20% rispetto al passato, fissano una soglia che è volta a contrastare le speculazioni. Il decreto Prezzi è stato firmato dal ministro Cingolani il 15 febbraio e pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 16 marzo.

Superbonus 110%
Superbonus 110% (Fonte: Pixabay)

I nuovi prezzi dovranno essere adottati per tutti i nuovi lavori dal 15 aprile.
Tale misura, come riportato da SkyTg24, ha introdotto nuovi massimali relativi al Superbonus 110%. In alcuni casi, infatti, ci sono stati aumenti notevoli dei costi con prezzi non giustificabili dal caro-materie prime.

Inoltre, entro il 1° febbraio 2023 e poi ogni anno, i costi massimi dovranno essere aggiornati in base ai risultati del monitoraggio realizzato da Enea sull’andamento delle misure e dei costi di mercato. Gli importi massimi non sono onnicomprensivi cosicché da poter prendere in considerazione anche l’eterogeneità dei possibili interventi. Dunque, da tali numeri non sono inclusi l’Iva, le prestazioni professionali, le opere relative all’installazione e alla manodopera.

Superbonus 110%, tutti gli importi per poter accedere all’incentivo

Superbonus 110%
Superbonus 110% (Fonte: Pixabay)

Scopriamo di seguito tutti gli importi:

  • Riqualificazione energetica: si parte da 960 euro fino ad arrivare a 1.200 euro al metro quadro, in base alla zona climatica dove sorge l’edificio.
  • Isolamento coperture orizzontali: sono 276 euro al metro quadro per l’esterno, 120 per l’interno, 300 per la copertura ventilata; per l’isolamento dei pavimenti sono 144 euro al metro quadro per l’esterno, 180 per l’interno.
  • Isolamento pareti perimetrali: a seconda della zona climatica, si va dai 180 ai 195 euro al metro quadrato.
  • Per gli esterni: da 96 a 104 euro.
  • Per gli interni: da 240 a 260 euro per la parete ventilata; per cambiare chiusure trasparenti, come gli infissi, si va da 660 a 780 euro al metro quadro per il serramento e da 780 a 900 euro per il serramento più chiusura oscurante, a seconda delle zone climatiche.
  • Installazione di sistemi di schermatura solari e ombreggiamenti mobili: la soglia è di 276 euro al metro quadro.
  • Gli impianti a collettori solari: 900 euro al metro quadro per quelli scoperti, 1.200 euro per piani vetrati e 1.500 per quelli sottovuoto e a concentrazione.
  • Impianti di riscaldamento con caldaie ad acqua a condensazione e/o generatori di aria calda a condensazione: se l’opera necessita anche del rifacimento del sistema di emissione esistente, si va da 216 fino a 240 euro per kWt.
  • Installazione impianti con micro-cogeneratori: 3.720 euro a kWe per motore endotermico, 30 mila euro a kWe per celle a combustibile.
  • Impianti con sistemi ibridi: esclusivamente se l’intervento comporta il rifacimento del sistema di emissione esistente, la soglia è di 1.860 euro a kWt.
  • Installazione di impianti con generatori di calore alimentati a biomasse combustibili: solo nei casi in cui l’intervento comporti il rifacimento del sistema di emissione esistente, va da 420 a 540 euro a kWt a seconda della dimensione.
  • Impianti di produzione di acqua calda sanitaria con scaldacqua a pompa di calore: si va da 1.200 euro fino a 150 litri di accumulo, da 1.500 euro oltre i 150 litri di accumulo.