Bollette, in arrivo diversi bonus: che gioia per gli italiani

Il Governo ha introdotto una serie di misure allo scopo di porre un freno al costo delle bollette: tutti i dettagli 

Il governo ha approvato una nuova serie di misure per porre un freno all’aumento dei prezzi di luce e gas.

Bollette
Bollette (Fonte: Pixabay)

Prima di tutto, sarà innalzata la soglia per poter beneficiare del bonus sociale. Il tetto Isee, infatti, passa dagli attuali da 8.265 euro a 12 mila euro all’anno. Tale ampliamento dei beneficiari per ora è fissato dal 1°aprile al 31 dicembre 2022.
Dunque, in tal modo, si ampia la platea di coloro che potranno godere di tala aiuti. Si passa, infatti, dagli attuali 4 milioni a 5,2 milioni di interessati. L’obiettivo è anche quello di tenere sotto controllo i rincari record dei costi del consumo di luce, gas e carburanti. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha specificato che, tali interventi non sono finanziati dal bilancio pubblico, che nello scorso autunno ha già messo a disposizione 16 miliardi di euro. Dunque, le risorse per mettere in campo tali misure saranno stanziate dalle aziende del comparto energetico. Gli stanziamenti saranno pari a 4,4 miliardi di euro, finalizzati a contrastare il rincaro dei prezzi dei carburanti.

Bollette, tutti gli aiuti introdotti dal Governo

Bollette
Bollette (Fonte: Pixabay)

Si potranno rateizzare le bollette per gli importi dovuti di maggio e giugno, fino a un numero massimo di 24 rate mensili. Inoltre, a seguito degli interventi di rateizzazione concessi dai fornitori di energia elettrica e gas, potrebbe esserci la necessità di liquidità. Proprio per questo, Sace Spa (Servizi assicurativi e finanziari per le imprese) potrà concedere le proprie garanzie in favore di banche e istituzioni finanziarie entro un tetto massimo di impegni pari a 9 miliardi di euro. Sace può, inoltre, concedere garanzie anche alle imprese di assicurazione, pari al 90% degli indennizzi nati da esposizioni relative ai crediti posseduti dai fornitori di energia elettrica e gas naturale. Il Governo ha previsto anche un potenziamento dell’attività di sorveglianza pubblica sui prezzi energetici.

A tal scopo è stata creata “Unità di missione“, che si occuperà delle attività istruttorie, di analisi, valutazione ed elaborazione dei dati. Inoltre, il Garante potrà anche riunire le imprese e le associazioni di categoria con l’obiettivo di tenere sotto controllo i livelli di prezzo dei beni e dei servizi di largo consumo. Per finire, l’Esecutivo ha introdotto anche un taglio delle accise sui carburanti  del valore pari a 25 centesimi per un mese. Inoltre, il decreto ha previsto anche un bonus benzina da 200 euro per il 2022: l’importo del valore di buoni benzina ceduti a titolo gratuito ai lavoratori dipendenti di aziende private non contribuisce alla formazione del reddito.