Escobar, il nuovo virus che ruba tutti i dati su Android. Come difendersi

Esiste un nuovo virus che sta dando grossi problemi ai possessori di Android: come difendersi dai possibili rischi.

La tecnologia, come sappiamo, è uno strumento indispensabile nella vita di tutti noi. Le nostre giornate, infatti, sono dipendenti da smartphone, tablet, pc, cuffie e via discorrendo. Si tratta di oggetti fondamentali, eppure molto delicati e facilmente hackerabili. Ognuno di noi spera di non dover vivere un incubo simile, ma le possibilità sono alte, soprattutto in rete. Per questo motivo bisogna prestare la massima attenzione a ciò che si scarica sui propri telefoni e a quali autorizzazioni si acconsente.

virus escobar
Un attacco hacker ad un telefono cellulare (via pixabay)

In tal senso, in queste ultime settimane, i sistemi Android stanno subendo degli attacchi particolarmente pesanti a causa di un nuovo malware chiamato Escobar. Il nome prende sicuramente ispirazione dalla serie tv Netflix ed è lo stesso del pacchetto Android: “com.escobar.pablo“. Si tratta di una scoperta fatta da MalwareHunterTeam che ha avuto il merito di individuare appunto questa falsa app McAfee. Scopriamo adesso tutti i dettagli e a cosa bisogna fare attenzione in questo periodo.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Cos’è il virus Escobar e come difendersi

virus escobar
Un hacker attacca uno smartphone (via pixabay)

Il malware in questione è un Trojan bancario che sta mettendo in ginocchia i sistemi Android perché si maschera da app antivirus McAfee. Invece di svolgere la funzione di sicurezza non fa altro che rubare i codici monouso generati da Google Authenticator. Ma non è tutto: l’app, se installata, può avere accesso anche ai messaggi di testo SMS e ai file multimediali. Purtroppo, qualora i malintenzionati entrassero nel vostro dispositivo potrebbero tracciare la posizione, utilizzare la fotocamera, e, nella peggiore delle ipotesi, utilizzare da remoto il VNC per impossessarsi del telefono. Insomma, in tal caso si tratterebbe di un bruttissimo quarto d’ore. Gli hacker avrebbero accesso anche e soprattutto ai social media e agli account di posta elettronica.

Come ci si può difendere allora? Sicuramente uno dei primi passaggi necessari è quello di installare un antivirus per Android. Un consiglio utili, poi, è quello di non installare app da sorgenti esterne, ma solo quelle presenti all’interno del Google Play Store. Un altro tipo di metodo di sicurezza che va adottato sicuramente è quello dell’autenticazione a due fattori (2FA). Attenzione, quindi, ad attività insolite o sospette sul tuo smartphone che possono causare problematiche e, soprattutto, far sparire soldi dal tuo account bancario.