Whatsapp, questo trucco salva la tua privacy: attivalo subito!

Whatsapp ha aperto a tutti la funzione che salva la privacy delle chat: attiva subito questo trucco disponibile in ogni versione dell’app.

L’applicazione di messaggistica ha aperto alla funzione multi-dispositivo per quanto riguarda la versione Whatsapp Web. Adesso è disponibile un trucco che salverà i tuoi dati e nessuno potrà entrare all’interno del tuo dispositivo e leggere le tue chat.

whatsapp
Whatsapp (Foto: Pixabay)

Funzione multi-dispositivo (beta): usa fino a 4 dispositivi senza mantenere il telefono online. Perché usare questa versione beta? Dopo aver collegato i dispositivi, non è necessario mantenere il telefono connesso a Internet per usare l’app su web, desktop e Portal. È possibile usare fino a quattro dispositivi alla volta e un telefono.

Privacy: i tuoi messaggi e le tue chiamate personali continueranno a essere protetti dalla crittografia end-to-end. Limitazioni: da Whatsapp Web, Desktop o da Portal non puoi messaggiare/chiamare utenti che hanno una versione obsoleta di Whatsapp sul telefono. Prestazioni e qualità potrebbero risentirne. Altri problemi minori. La versione beta si può abbandonare in qualsiasi momento. Per collegare un dispositivo è sufficiente inserire il codice di sblocco sul proprio cellulare all’interno della sezione Dispositivi collegati e poi inquadrare il codice QR per accedere alla versione web.

Il trucco per salvare la tua privacy su Whatsapp

Whatsapp
Whatsapp (Pixabay)

La novità dell’applicazione è disponibile per tutti e non soltanto per chi ha attivato la versione beta. Questa funzione, un autentico trucco per proteggere le proprie chat, è l’estensione Code Verify da installare sul browser per aumentare la sicurezza delle chat presenti su Whatsapp Web. L’estensione è stata scritta direttamente da Meta (il gruppo ex Facebook che possiede anche Whatsapp), dunque è ufficiale e distribuita con licenza open source affinché i programmatori indipendenti possano migliorarla.

Come funzione Code Verify: il codice della pagina web dell’applicazione di messaggistica viene analizzato e inviato ad un servizio esterno. Se c’è una coincidenza di questo codice con quello inviato nello stesso momento a tutti gli altri utenti di WhatsApp Web, dunque non si corre alcun rischio. Al contrario, se il codice non dovesse coincidere, spunterà un’icona rossa a segnalare il problema. L’estensione gratuita è già attivabile sui browser Google Chrome e Microsoft Edge. Prossimamente sarà estesa anche a Mozilla Firefox. Il servizio esterno gestito da Cloudflare analizza soltanto i dati relativi al codice della pagina web, senza accedere ad alcun dato personale dell’utente.

Installare questa estensione aumenta la sicurezza della versione web dell’applicazione di messaggistica e contrasta le pratiche di phishing. Il codice QR, infatti, potrebbe essere replicato e falsificato da un hacker per procedere con installazioni dannose per il dispositivo in uso e per la privacy dell’utente.