Netflix, nuovo piano a prezzo ridotto? Come potrebbe funzionare

Spunta una clamorosa novità riguardante Netflix. Infatti il servizio potrebbe un nuovo piano di abbonamento a basso prezzo: i dettagli

Clamorosa novità in arrivo per Netflix. Il colosso dello streaming video potrebbe intraprendere la strada di Disney+. Andiamo a vedere cosa potrebbe succedere a breve sulla piattaforma di Reed Hastings.

Netflix
Il nuovo provvedimento della piattaforma streaming (Via Screenshot)

Sono giorni di grande fermento per le piattaforme di streaming video presenti sul mercato. Infatti tutti dovranno fare a meno del mercato russo, ritirando i servizi dalla Russia dopo l’attacco all’Ucraina. La prima a prendere provvedimenti ci ha pensato Disney+, che ha lanciato una versione alternativa del piano tariffario, a prezzo ribassato ma “ad supported”, in altre parole con pubblicità. Un passo in avanti per tutti, con gli utenti che potranno godere di un prezzo calmierato solamente guardando qualche pubblicità.

In molti si aspettano che adesso un altro grande colosso come Netflix possa rispondere con una mossa simile. Sono diverse le domande che sono arrivate in California sull’annosa questione. Infatti anche ad inizio anno, la piattaforma ha aumentato i costi in Canada e Usa, tanto da suscitare malcontento tra gli utenti. A rispondere alle numerose domande ci ha pensato il CFO di Netflix, Spencer Neumann. Andiamo quindi a vedere le sue parole a riguardo.

Netflix pronta ad abbassare i prezzi? La risposta del CFO Spencer Neumann

Netflix
La decisione della piattaforma streaming (Pixabay)

Sulla spinosa questione per Netflix si è espresso Spencer Neumann, CFO dell’azienda. Infatti a Neumann è stato chiesto se la N rossa prenderà la stessa strada intrapresa da Disney+, ossia un un piano tariffario ribassato, sorretto dalla pubblicità. A riguardo però non si parla di un totale AVOD (Advertising-based Video on Demand), ma di una tariffa più bassa di quella standard di Disney+. Una mossa che potrebbe essere intrapresa anche per venire incontro alla sempre più numerosa concorrenza in USA, composta da HBO Max, Paramount+ e Hulu. Spencer Neumann è quindi intervenuto durante la Morgan Stanley’s 2022 Technology, Media & Telecom Conference.

Infatti il CFO della piattaforma ha affermato: “Non è che siamo per principio contro la pubblicità, sia chiaro, ma non è qualcosa che rientri in questo momento nei nostri piani… Abbiamo un bel piano di abbonamenti scalabile. Per carità, mai dire mai, ma non è nei nostri piani” – ha poi continuato – “È difficile per noi ignorare che altri lo stanno facendo, ma ora come ora per noi non ha senso. E comunque io [Disney+ con la pubblicità] mi sa che non lo prenderò. Altri servizi stanno puntando sui prezzi bassi, ma io credo anche che stiano perdendo un sacco di soldi“. Al momento quindi Netflix non sembrerebbe intraprendere la stessa strada di Disney+ che ha rinnovato i suoi abbonamenti.