DAZN, numerosi problemi per la piattaforma: arriva l’ammissione

Sono numerosi i problemi sofferti da DAZN quest’anno: scopriamo quali sono. 

Si torna a parlare dei problemi che anche quest’anno hanno attanagliato DAZN. La piattaforma di streaming, nonostante le esclusive, sta facendo fatica a decollare. Andiamo a vedere secondo TIM cos’ha frenato l’avvento del servizio di streaming video.

DAZN
Il logo della piattaforma streaming tedesca (via Screenshot)

Nelle ultime settimane abbiamo visto come stia prendendo sempre più forma il processo di rimodulazione delle offerte da parte di DAZN. Sono diverse le problematiche che hanno colpito anche quest’anno la piattaforma che si è assicurata i diritti televisivi della Serie A per i prossimi tre anni. A fare il punto su ciò che non ha funzionato, così, ci ha pensato TIM. L’operatore telefonico italiano ha quindi voluto stilare un report con tutte le problematiche.

Tutte le ipotesi della compagnia sono state messe nero su bianco in occasione dell’approvazione della relazione finanziaria al 31 Dicembre 2021. Quindi l’operatore ha lasciato intendere che la partnership Tim-DAZN dovrà essere rivista anche alla luce del calo dell’EBITDA legato alle operazioni domestiche che è passato da 5 a 4,3 miliardi di Euro. Andiamo quindi a vedere secondo Tim quale sono state tutte le problematiche che hanno frenato il servizio.

DAZN, Tim evidenzia tutte le problematiche: quali sono

Tim Dazn
Tutti i problemi che hanno fermato la piattaforma (Via Screenshot)

Stando a Tim sono diverse le problematiche che non hanno fatto funzionare come prevista la partnership con DAZN. Ovviamente, come da pronostico, il primo posto è riservato alla pirateria. Nel nostro paese, infatti, la pirateria è ai livelli altissimi ed ha portato ad un numero inferiore di abbonamenti rispetto a quelli previsti. In questi mesi, infatti, ci siamo trovati più volte a parlare del fenomeno delle IPTV, che oramai da tempo brulica nel nostro paese.

Ovviamente un’altra grande problematica della piattaforma è la mancata interruzione della visione contemporanea su più dispositivi con lo stesso abbonamento. Su questo problema però DAZN ci sta lavorando ed ha già promesso di mettere un freno, con nuove misure messe in campo.

La piattaforma era pronta ad applicare modifiche già da quest’anno, ma le feroci critiche da parte dell’utenza hanno interrotto il tutto. Queste misure quindi potranno essere prese a partire dalla prossima stagione, magari facendo più chiarezza con i propri utenti. Quel che è certo è che al momento la piattaforma continua a zoppicare, nonostante la grande offerta di sport.