Bonus revisione auto 2022, slittano i rimborsi: le nuove date

Bonus revisione auto 2022 | Slittato le date per poter chiedere il rimborso per chi ha effettuato la revisione del proprio veicolo: quando fare domanda

Il 1° novembre 2021, c’è stato un aumento del costo della revisione auto nei centri autorizzati. Gli attuali 66,88 passeranno a 79,02 euro, ciò è dovuto dall’aumento di 9,95 euro della tariffa ministeriale. Dunque da 45,00 a 54,95 euro.

Bonus revisione auto 2022
Tutte le novità (Fonte: Pixabay)

Il Governo, per attenuare le conseguenze del provvedimento, ha previsto l’erogazione di un buono di 9,95 euro. Il 1 marzo, dovevano partire le richieste del Bonus revisione auto per il 2022 sulla piattaforma telematica dedicata al “Bonus veicoli sicuri”. Tuttavia così non è stato, il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili ha, infatti, comunicato che la possibilità di inoltrare le richieste per le spese sostenute nel 2022 è rimandata a maggio. Potranno beneficiare dall’agevolazione chi sottopone il proprio veicolo a revisione presso i centri autorizzati. In realtà si tratta di un intervento obbligatoria da effettuarsi ogni 2 anni, pena multe e blocco del veicolo non a norma.

Bonus revisione auto 2022: come fare domanda

Bonus revisione auto 2022
Le nuove scadenze (Fonte: Pixabay)

Il bonus, introdotto dalla Legge di Bilancio dello scorso anno, resta in vigore per tre anni, dal 2021 al 2023. Le risorse stanziate sono pari a 4 milioni di euro per ciascuno dei tre anni. Secondo i dati del ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili resi noti lo scorso 7 febbraio, le richieste per le spese di novembre e dicembre 2021 sono circa 40mila.

Come ha chiarito il ministero a Sky TG24, chi ha effettuato la revisione dall’1 novembre al 31 dicembre 2021 ha tempo fino al 30 aprile 2022 per fare richiesta. Invece, coloro i quali hanno effettuato la revisione nel 2022, invece, potranno inviare la propria domanda sulla piattaforma a partire da maggio. Inizialmente, la data di partenza per il 2022 era prevista per il 1 marzo, poi la data è stata posticipata. “Per dare più tempo a chi ha fatto la revisione nel 2021”, ha dichiarato il ministero. L’agevolazione ha una validità triennale e può essere approvata per un solo veicolo a motore e per una sola volta.

La richiesta del bonus è a carico dell’intestatario del veicolo, che può inoltrarla soltanto dopo aver eseguito la revisione. Per ottenere il bonus è necessario presentare domanda nell’apposita piattaforma digitale. Tuttavia sarà necessario prima effettuare la registrazione alla piattaforma stessa con Spid, carta d’Identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS). Sarà necessario, poi, compilare il modello disponibile sulla piattaforma e allegare la copia dell’attestazione dell’avvenuto pagamento della revisione. Il rimborso arriverà direttamente sul conto corrente.