Gianni Morandi ricorda commosso Lucio Dalla: parole da brividi

Gianni Morandi e l’amicizia profonda che lo legava a Lucio Dalla: il ricordo commosso del cantante dopo dieci anni dalla sua morte.

Tutti conoscono la fortissima amicizia che legava Lucio Dalla e Gianni Morandi. Il famosissimo cantautore italiano è venuto a mancare l’1 marzo 2012, una data molto significativa per Morandi. Pochi giorni prima Lucio aveva infatti partecipato al Festival di Sanremo condotto proprio da Gianni presentandosi nel ruolo di direttore d’orchestra-cantante, un Festival che tutti ricorderanno poi molto bene.

Gianni Morandi
Gianni Morandi e Lucio Dalla (via social)

Gianni Morandi e Lucio Dalla si sono conosciuti nel 1963, al Teatro Antico di Taormina in occasione di una manifestazione canora. Morandi era ancora giovanissimo e aveva ottenuto un grandissimo successo con i suoi primi singoli come Andavo a cento all’ora Fatti mandare dalla mamma, mentre Dalla suonava il clarinetto con un gruppo, i Flipper. Dopo ben dieci anni dalla sua morte, Gianni Morandi ha deciso di condividere il suo ricordo di Lucio Dalla nel corso di un’intervista al Corriere della Sera.

Gianni Morandi, l’amicizia profonda con Lucio Dalla

Gianni Morandi

Il rapporto tra Lucio Dalla e Gianni Morandi (via social)Gianni Morandi ha raccontato di aver insistito molto perché Dalla a partecipasse a Sanremo in quel 2012. Il cantante aveva in mente altri progetti e si stava preparando per la sua tournée in Germania. Arrivammo quasi ad alzare la voce. Ma come, gli dicevo, proprio adesso che ci sono io a organizzarlo non vieni? Alla fine venne per amicizia, inventandosi questo ruolo di direttore d’orchestra-cantante”. Morandi ha raccontato di aver visto Lucio per l’ultima volta la domenica dopo Sanremo allo stadio.Era stanco. Disse: ‘Sai, ormai ho preso questo impegno all’estero, poi torno, magari faccio dei controlli’. Sarei dovuto andare a trovarlo a Berlino. In Germania ci andammo per il tour di Dalla/Morandi. Invece due giorni dopo arrivò la telefonata di Ballandi. ‘Gianni, Lucio non c’è più’, mi disse, e non credevo a quello che mi diceva. Uno choc incredibile.

I due hanno condiviso i successi ma anche gli insuccessi e la loro amicizia di 50 anni è andata solidificandosi sempre più. Morandi ha raccontato anche del loro primo incontro con Gino Paoli che gli produsse le prime canzoni e che però non ebbero il successo sperato. Lucio Dalla era un talento destinato a crescere e che solo in pochi riuscirono a capire all’inizio.

Gianni ha poi raccontato com’è nata la loro storica collaborazione del 1988. “Negli anni Ottanta lui aveva una popolarità straordinaria, non sbagliava un pezzo, fino al trionfo mondiale con Caruso, e anche io cominciai a recuperare un po’ tra qualche canzone di successo, le fiction televisive, la vittoria di Sanremo nell’87 con Ruggeri e Tozzi. Successe che poco prima salii sul palco a un concerto di Lucio alla Festa dell’Unità di Bologna davanti a 20 mila persone. Cantai Occhi di ragazza. […] Arrivarono Mogol, Lavezzi, Guccini, Battiato, Curreri. Chiunque portava pezzi. Il disco vendette oltre un milione di copie a cui seguì una tournée di un anno e mezzo. Ma rimanemmo in contatto anche dopo. Sempre. Mai persi di vista.