Malware sta compromettendo molti smartphone: c’è un grave rischio

Un nuovo malware si sta diffondendo sugli smartphone di migliaia di italiani: le sue abilità sono decisamente pericolose

Un nuovo malware negli ultimi giorni si starebbe diffondendo sugli smartphone, mettendo a rischio in sicurezza di migliaia di utenti.

malware
malware (pixabay)

Al giorno d’oggi, di pari passo con l’avanzamento della tecnologia, anche le cyber-minacce sono aumentate. Tutti contengono dati sensibili sui propri smartphone e i malintenzionati, ingolositi da ciò, sono sempre pronti ad architettare qualche trappola per loschi scopi.

L’ultimo malware che sta attenzionando i nostri dispositivi mobili si chiama Xenomorph. In primis, c’è da chiarire che parrebbe colpire solamente gli Android. Per quanto riguarda le sue abilità, è capace di violare le credenziali di accesso all’internet banking di molte banche, per la precisione 56, non tutte italiane. Sono coinvolte infatti anche quelle di Spagna, Belgio e Germania.

Come funziona Xenomorph, il nuovo malware che sta terrorizzando l’Europa

Malware Brata
Il nuovo virus che colpisce il vostro smartphone (via WebSource)

Xenomorph, per insediarsi sugli smartphone, oltrepassa i controlli di Google. Ciò che solitamente sembra un’impresa quasi impossibile, è resa possibile dal fatto che il virus è presente in un’app all’apparenza sicura. Quest’ultima, presente sullo store ufficiale, avrebbe la funzione di velocizzare il dispositivo e figurano già oltre 50.000 download.

Il malware fa il suo ingresso successivamente all’installazione, quando viene chiesto all’utente di aggiungere script malevoli. Una volta compiuta quest’azione, l’applicazione riceve l’accesso a tutti i dati presenti sul cellulare e riesce a comandare chat e messaggi. Riesce a violare anche gli internet banking dopo aver ottenuto i codici OTP.

Tra gli istituti di credito vulnerabili, ci sono ISP, YouApp, Banca Sella, MyCartaBCC, BNL, Carige Mobile, Bancaperta, Banca MPS, UBI Banca, SCRIGNOapp. BancoPosta e Postepay anche sono incluse.

I consigli utili per difendersi dai cyber-attacchi più comuni

Il nostro consiglio principale è quello, quando si scarica un’app non molto conosciuta, di verificare le recensioni reali per fare una prima sorta di analisi sulla sicurezza. Nel caso in cui abbiate già scaricato un’app infetta, l’unica soluzione è quella di resettare il vostro cellulare, riportandolo alle impostazioni di fabbrica. Inoltre, è cosa buona e giusta in questi casi cambiare le credenziali delle principali piattaforme su cui si è iscritti.