Call of Duty, bruttissima notizia per i giocatori: l’annuncio spiazza tutti

Una bruttissima notizia per i giocatori di Call of Duty: l’annuncio arriva come un fulmine a ciel sereno a spiazzare tutti.

Uno dei titoli di maggiore successo e tra i giochi di guerra più apprezzati dagli utenti. Dal 2005 sono trascorsi quasi vent’anni ormai, ma la casa produttrice ha sempre mantenuto un ritmo di pubblicazione serrato. Un titolo all’anno: un lavoro davvero importante e serrato per cercare di rientrare sempre nei tempi.

call of duty
Call of Duty Warzone Pacific (via social)

Recentemente Microsoft ha concretizzato e finalizzato l’acquisto di Activision Blizzard e contemporaneamente è uscito dalle scene Bobby Kotick, amministratore delegato. Due notizie davvero importanti che potrebbero dar vita a delle novità.

Delle voci in tal senso iniziano a circolare e non si tratta di belle notizie per gli utenti. Scopriamo di cosa si tratta nel dettaglio.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

Call of Duty: brutte notizie per i videogiocatori

call of duty
Call of Duty Vanguard (via social)

Partiamo subito dal presupposto che nelle ultime ore, la squadra di sviluppo ha apportato delle modifiche al titolo Vanguard. Ridotti i danni del fucile a canna liscia con doppia canna ed è stato cambiato il funzionamento delle cartucce a palla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Android, scoperte 115 app pericolosissime: da disinstallare subito. La lista

I giocatori con la specialità fortificazione non sono più immuni al danno da fuoco, inclusi il pironauta e le granate incendiarie. Alcune implementazioni che sono state rese pubbliche attraverso gli account social di Call of Duty. Il titolo in questione, Vanguard, non ha riscosso molto successo tra il pubblico dei videogiocatori.

LEGGI ANCHE >>> Instagram, a breve si dovrà pagare: rivoluzione inaspettata

In pratica, con questo gioco la casa produttrice ha assistito ad un declino del 36% rispetto al capitolo del 2020 nelle classifiche. Si tratta di uno dei lanci meno efficaci degli ultimi 14 anni per Activision. Questo, insieme ai fattori indicato in precedenza, e le dinamiche di gioco sempre più complesse ed impegnative da sviluppare hanno portato ad alcune voci che sicuramente non fanno piacere ai videogiocatori.

Si tratterebbe di un passo indietro rispetto alla pubblicazione di un titolo all’anno. La possibilità di apportare maggiori modifiche ed avere più tempo per implementare le strutture e le dinamiche di gioco starebbero tentando Activision.

Al momento non c’è ancora alcun annuncio ufficiale, ma la tendenza sarebbe quella di provare a ragionare di più ed avere ritmi meno serrati per la pubblicazione di un titolo. Sarà davvero così?