Perché la moneta da 50 centesimi è più grande di quella da 1 euro?

Le monete da 50 centesimi valgono meno di quelle da 1 euro, ma sono più grandi: il motivo è ben preciso

50 centesimi; 1 euro
50 centesimi; 1 euro (Pixabay)

La moneta da 50 centesimi, come ovvio che sia, vale esattamente la metà di 1 euro. Allo stesso tempo, però, ha un diametro più grande. Questo è quanto accade anche tra i 5 e i 10 centesimi. Molti di voi spesso si saranno sicuramente chiesto perché fosse così e noi ve lo spiegheremo. Il motivo risiede nel fatto che le monete sono state decise per gruppi: 5, 2 e 1. La grandezza invece è stata decisa usando il metodo scalare, dal più grande al più piccolo.

LEGGI ANCHE—> Paypal entra nel mondo delle criptovalute: tutti i dettagli

Il rapporto tra 50 centesimi e 1 euro

moneta 50 centesimi rara
Moneta 50 centesimi (Pixabay)

Prendiamo in esame la moneta da 10 centesimi, essa ha un diametro di 19,75 mm. Quindi, procedendo con la riduzione dello stesso, la moneta da 1 centesimo sarebbe stata davvero troppo piccola. Dunque, ritornando alla questione dei gruppi, la moneta da 10 centesimi rientra in quello con 50 e 20 centesimi. Il 5 centesimi, invece, in quello con 2 e 1 che riparte con una misura di 21,25 mm e permette all’un centesimo di non essere davvero troppo piccolo.

LEGGI ANCHE—> Reddito di Cittadinanza, pronti 600 euro in più: come averli

Lo stesso ragionamento, all’inverso, va applicato al rapporto tra 1 euro e 50 centesimi. Se si fosse proceduto senza dividere a gruppi di tre, 1 e 2 euro sarebbero stati davvero troppo grandi. Curiosità soddisfatta? Per altre notizie del genere, clicca qui.