Sarri, arriva la stangata: il tecnico subisce una lunga squalifica

Dopo l’episodio di domenica, Maurizio Sarri subisce una pesante sanzione. Il giudice sportivo ha infatti emesso un provvedimento severo.

Sarri
Alcune fasi dello scontro tra Sarri e il calciatore rossonero (Getty Images)

La sfida di domenica scorsa tra Milan Lazio si è giocata anche sul piano dei nervi. Lo sa bene Maurizio Sarri, tecnico della squadra biancoceleste. Il mister toscano è stato espulso durante la sfida contro i rossoneri per un battibecco avvenuto con il centrocampista Alexis Saelemaekers.

Leggi anche->Infortunio Insigne, rischia di saltare il Leicester: gli ultimi aggiornamenti

La gara si è svolta sul filo del nervosismo per tutti e 90 i minuti. Tanto che il giocatore rossonero ha esultato nei confronti della panchina ospite. Un gesto che non è piaciuto al mister laziale, che ha intimato al giocatore di portargli rispetto. Il tono però troppo aggressivo ha costretto Chiffi a sventolare il cartellino rosso.

Sarri, a quanto ammonta la squalifica

Sarri
Lo scontro è avvenuto al termine di una gara nervosa (Getty Images)

Come per tutti i soggetti espulsi, la questione è stata poi analizzata anche dal Giudice Sportivo. Quest’ultimo ha comminato due giornate di squalifica al mister, che salterà quindi le sfide contro CagliariTorino. La prima, come si legge dal comunicato, è stata comminata per “aver cercato uno scontro verbale con un calciatore della squadra avversaria, assumendo un atteggiamento intimidatorio e inveendo contro il medesimo con parole minacciose“.

Leggi anche-> Napoli-Juve, Spalletti: “Koulibaly comandante vero, Anguissa fondamentale”

La seconda invece è legata a quanto avvenuto verso gli spogliatoi, dato che “nel tunnel che conduce agli spogliatoi, contestando la decisione arbitrale utilizzando espressioni blasfeme“. Nonostante lo staff laziale abbia cercato di trattenerlo, le conseguenze della lite non sono state evitate. Tuttavia c’è anche chi ha parteggiato con il mister: si tratta di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese infatti ha intimato al suo compagno di squadra di chiedere scusa all’allenatore toscano. Il quale, nel dopo gara, ha commentato l’esito della gara in modo meno polemico. Riguardo all’episodio, ha detto semplicemente che “è un gesto che non si fa nei confronti di un mister di una certa età“.