Materdei, in stato di fermo il tabaccaio: la sua verità

Dopo la rocambolesca fuga, il tabaccaio di Materdei si trova in stato di fermo. L’uomo racconta ora la sua verità.

Materdei
Una strada del quartiere Materdei (via Screenshot)

Si chiama Gaetano Scutellaro il tabaccaio più famoso del quartiere Materdei. L’uomo si era dato alla fuga ed è stato bloccato all’aeroporto di Fiumicino mentre era in fuga per le Canarie. Intercettato anche il biglietto della lotteria da 500mila euro, depositato presso un conto corrente in un istituto di Latina.

Leggi anche-> Napoli, operazione della Procura di Napoli: due arresti per corruzione

I Carabinieri gli contestano i reati di furto pluriaggravato e tentata estorsione nei confronti della donna che avrebbe acquistato il biglietto. La vincitrice aveva acquistato il biglietto presso una ricevitoria di Napoli, per poi consegnare il biglietto all’uomo che si era dato alla fuga.

Materdei, la ricostruzione del tabaccaio

Materdei
Dei biglietti del Gratta e vinci (Fonte: Contocorrenteonline)

Tuttavia l’uomo fornisce una diversa ricostruzione dei fatti. Queste le sue dichiarazioni rilasciate a inews24.it: “Il biglietto l’ho fatto comprare da un mio conoscente il giorno prima. Alla signora ho chiesto solo di andare a riscuotere la vincita, credendo che ammontasse solamente a 500 euro. Sono fuggito all’estero perché avevo paura di rimanere a Napoli“.

Leggi anche-> Vomero, motociclista investe un pedone: morto un uomo di 69 anni

L’uomo fa anche una precisazione importante: “Non sono il tabaccaio ma il marito dell’ex titolare. Dopo aver grattato mi ero accorto della vincita, per questo ho chiesto a lei di ritirarlo“. Tuttavia si è accorto di come la donna tardasse ad uscire dalla ricevitoria. A quel punto “le ho chiesto cosa fosse successo e mi ha risposto che era necessario andare in banca per ritirare la vincita. Mi sono fatto consegnare il tagliando e sono andato via. Quello che racconto è stato registrato dalle telecamere di sicurezza della tabaccheria“. Una descrizione sulla quale si innestano degli evidenti interrogativi. Il primo riguarda la fuga: sembra davvero inusuale fuggire, anche da una città non sempre sicura come Napoli, prendendo anche un volo per la Spagna. Adesso la parola passa alla magistratura, che dovrà dirimere la questione.