Caserta dopo la morte del 18enne: restrizioni anti-alcol e posti di controllo

Dopo la morte di Gennaro Leone le Istituzioni hanno dato una risposta alla movida di Caserta fuori controllo: in arrivo restrizioni.

Napoli
(Pixabay)

È arrivata la risposta delle Istituzioni alla morte di Gennaro Leone, il pugile 18enne. È morto il 29 agosto durante una rissa scoppiata nella movida del centro storico di Caserta. Un coetaneo residente a Caivano lo ha accoltellato alla gamba. Nella mattinata di ieri si è svolta la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per affrontare la questione della movida che nei fine settimana è sempre più fuori controllo. Il giovane che ha ucciso Gennaro Leone era stato identificato dopo poco grazie alle immagini delle telecamere installate su strada dai negozi. Una volta identificato si è proceduto all’arresto. Il giovane di Caivano ha provato a difendersi: “Non volevo ucciderlo”.

LEGGI ANCHE –> Napoli, musei aperti in sicurezza: tutte le mostre a settembre

Caserta, le nuove disposizioni

Caserta
(via Facebook)

Già dopo altri episodi di violenza, il sindaco di Caserta Carlo Marino aveva emesso un’ordinanza anti-alcol che era rimasta in vigore fino al 31 luglio. Ora questa ordinanza verrà reiterata per limitare il consumo di alcolici e regolamentare in maniera più stringente l’esercizio delle attività commerciali. Dalla nota della prefettura guidata da Raffaele Ruberto sono previste anche altre disposizioni. Verrà inoltre istituito un servizio di vigilanza fisso dalla Polizia Municipale di Caserta in Piazza Dante nei momenti di maggiore afflusso.

LEGGI ANCHE –> Green Pass Italia, nuove regole da mercoledì 1 settembre: tutti i dettagli

Le Forze di Polizia incrementeranno il controllo del territorio con pattuglie mobili soprattutto nelle zone della movida. I controlli verranno effettuati anche con l‘ausilio di reparti speciali anti droga. Inoltre verrà ampliato e riproposto lo strumento del DASPO urbano nei confronti dei soggetti che saranno responsabili di atti violenti, anche solo tentati.