Postepay, nuove truffe all’orizzonte: stanno svuotando i conti dei clienti

Le truffe per i clienti Postepay non finiscono mai: negli ultimi tempi nuovi attacchi sono stati segnalati in massa. Di cosa si tratta nel dettaglio.

Postepay
truffa postepay (Pixabay)

Postepay è la carta di credito ricaricabile di Poste Italiane. Nonostante non sia una carta di credito, può comunque essere utilizzata per gli acquisti online ed anche nei negozi. Può essere usata anche per prelevare denaro negli ATM Postamat, e in quelli bancari che espongono il marchio VISA o VISA Electron. Rappresenta perciò uno strumento di pagamento sicuro e trasparente sia per gli acquisti online che per gli acquisti in presenza.

Tuttavia sono molti gli impostori che sfruttano tale strumento di pagamento per compiere tentativi di phishing, ossia truffe informatiche messe in atto inviando una mail spacciandosi per i vari istituti di credito. In questi messaggi si invita il destinatario a fornire dati riservati, come il numero di carta di credito o la password, giustificando tali richieste come motivi tecnici.

LEGGI ANCHE —> WhatsApp, cambio di programma: niente obbligo per gli utenti

Postepay, come riconoscere le truffe informatiche

postepay
Aattenzione ai falsi messaggi: la nuova truffa (Via web)

In questi ultimi giorni molti utenti di Postepay hanno ricevuto una serie di SMS mail spam. Questi messaggi fanno riferimento a spese fasulle o finte chiusure del conto, inducendo perciò il lettore a cliccare su appositi link.  Così facendo i risparmiatori vengono sottoposti ad una serie di rischi e pericoli. Lo scopo dei truffatori della rete è appropriarsi dei dati personali degli utenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> L’oroscopo della settimana: le pagelle dei segni dal 30 al 5 settembre

In determinati casi, il pericolo potrebbe rivelarsi altissimo. Qualora gli impostori riescano ad ottenere le credenziali di home banking,  potrebbero anche appropriarsi dei risparmi delle ignare vittime. Dunque per evitare truffe è necessario che i singoli titolari di carta facciano attenzione ai messaggi in arrivo. Per quanto riguarda le email è sufficiente accertarsi che il dominio è speculare a quello di Poste Italiane; per gli SMS, invece, è necessario avere come punto di riferimento i canali assistenza ufficiali di Postepay.