Marcianise, morta a due anni: vittima della Terra dei Fuochi

Marcianise ha perso la piccola Chiara per un male terribile. La comunità si stringe nel cordoglio. Domenica ci saranno i funerali.

Terra dei Fuochi
Rifiuti bruciati (Getty Images)

Marcianise ha perso la piccola Chiara di soli due anni. Era ricoverata all’ospedale pediatrico Giannina Gaslini di Genova, ma stamattina non ce l’ha fatta ed è spirata. La piccola lottava contro un terribile male sin da quando aveva 3 mesi di vita. La comunità di Marcianise si stringe attorno al dolore di papà Angelo e di mamma Antonietta per questa perdita che nessun genitore dovrebbe mai vivere. I funerali della piccola Chiara dovrebbero tenersi domenica. La morte della piccola Chiara si aggiunge a tutte le altri morti di un territorio che ha pianto troppe morti premature. L’ennesima vittima della Terra dei Fuochi?

LEGGI ANCHE –> Mozzarella contaminata, ritiro immediato dal mercato: contiene sostanze tossiche

Marcianise, ancora morti

terra dei fuochi
Una delle immagini della Terra dei fuochi (via Getty Images)

L’espressione “Terra dei Fuochi” è stata coniata negli anni 2000 per indicare quell’area territoriale in Campania, che si estende tra la provincia di Caserta e la provincia di Napoli, caratterizza dall’interramento di rifiuti tossici e speciali e dai roghi di questi. Secondo i dati comunicati dall’associazione “Mai più Terra dei Fuochi”, questa situazione interessa 90 comuni e i roghi tossici segnalati sono stati più di 2000. Sono sempre più i dati che accertano che in questi territori si muore di più. Il sito della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha pubblicato una prima sintesi della relazione epidemiologica condotta per cercare correlazioni tra alcune tipologie di tumori e l’inquinamento ambientale negli 80 comuni della provincia di Caserta.

LEGGI ANCHE –> Scampia, violenze domestiche: arrestato uomo di 34 anni

I dati completi di questa analisi epidemiologica che è stata condotta, saranno resi pubblici a settembre probabilmente. Intanto, quello che sappiamo da questa prima sintesi pubblicata è che esiste una correlazione tra inquinamento ambientale e specifiche patologie sviluppate. Nello specifico, è stato confermato che in alcuni comuni a forte presenza industriale – proprio come Marcianise o San Marco Evangelista – c’è un maggiore rischio di ammalarsi. Questo maggiore rischio è causato dalla presenza di un alto numero di siti contaminati e sorgenti inquinanti, ossia da un alto Indice di Pressione Comunale (IPC).