G20 Napoli, rischio Covid: un delegato è risultato positivo

G20 Napoli, a Capodichino un partecipante all’evento in programma al Palazzo Reale è stato sottoposto al tampone che ha dato l’esito temuto

G20 Napoli
Aeroporto Capodichino (foto Facebook)

Il timore Covid aleggia sul G20 che si aprirà domani a Napoli. Un membro della delegazione turca che questa mattina è atterrata all’aeroporto di Capodichino è risultato positivo. Non è stato rivelato il nome della persona contagiata né la carica.

La persona in questione è stato trasportato al Covid center dell’Ospedale del Mare che questa mattina ha riaperto il reparto. Aveva effettuato un test quarantotto ore fa ed è risultato positivo al nuovo tampone fatto all’aeroporto napoletano.

Una notizia che mette in allarme tutta la delegazione turca che è chiamata a partecipare al grande incontro per discutere di ambiente ed energia soprattutto dopo la batosta del Covid, in programma al Palazzo Reale di Napoli – già sede del G7 nel 1994 – e dunque getta paura su tutto l’evento dove le regole anti-Covid saranno molto ferree.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> G20 a Napoli, stop ad auto e pedoni: le zone interessate

G20 Napoli, i temi e i paesi partecipanti

Foto Facebook Ministero Transizione ecologica

People, Planet, Prosperity, Persone, Pianeta e Prosperità, sono questi i tre pilastri del G20 che oltre alla partecipazione dell’unione Europea vedi gli interventi di altri 19 paesi, le principali economia mondiali: Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Germania, Francia, India, Indonesia, Italia, Giappone, Messico, Russia, Arabia Saudita, Sudafrica, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti d’America.

Gli incontri tra i ministri dell’Ambiente avverranno il 22 e 23 luglio e saranno presieduti dal ministro per la Transizione Ecologica Roberto Cingolati. Già da domani, martedì 20, avverranno una serie di incontri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Torre Annunziata, colpo al mercato della droga: sette arresti

La città si sta preparando sul piano dell’ordine pubblico disposto dalle istituzioni che ha avuto al centro il lavoro svolto dalla Prefettura. Il Comune ha emanato le ordinanze sui divieti di circolazione di auto e pedoni rendendo di fatto l’area del Palazzo Reale e del lungomare zona rossa. Timori anche per le proteste degli ambientalisti. Il G20 ritornerà poi in Campania nella due giorni dell’11-12 ottobre a Sorrento con l’incontro sul Commercio Internazionale presieduto dal ministro degli Esteri Luigi di Maio.