Napoli, due donne rapinate nella notte: una è grave in ospedale

Nella notte di Napoli due donne sono state rapinate e ferite. Una delle due vittime adesso è in ospedale in gravi condizioni. 

Napoli
Rapina ai danni di due donne nel napoletano (Foto Polizia di Stato)

Poteva finire in tragedia una rapina a Napoli nel cuore della notte. Infatti due donne erano a bordo di un motorino, quando sono state speronate. Nella caduta, una delle due ha battuto la testa contro al selciato ed adesso è in ospedale e le sue condizioni appaiono gravi. Stando alle prime indiscrezioni le due vittime hanno 34 e 64 anni.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Avellino, minacce al direttore del Giuseppe Moscati: busta con un proiettile

A ricostruire per la prima volta quanto accaduto ci ha pensato la polizia. Infatti secondo le forze dell’ordine le due donne stavano percorrendo via Salvator Rosa, nel quartiere Vomero. Improvvisamente una motocicletta le ha affiancate, con l’obiettivo di sottrarre qualcosa di valore alle due vittime. Proprio in quel momento si è sfiorata la tragedia. Andiamo quindi a ripercorrere quanto successo.

Napoli, donna grave in ospedale dopo una rapina: cos’è successo

Napoli
Operazione delle forze dell’ordine nel napoletano (via Polizia di Stato)

Il nucleo di Napoli della Polizia di Stato si è subito messo a lavoro per rintracciare i responsabili della rapina nel quartiere Vomero. Infatti una semplice rapina poteva finire con la morte di una delle due vittime, che adesso è ricoverata in gravi condizioni. Entrambe adesso sono all’Ospedale Cardarelli, supervisionate dai medici del nosocomio.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Scampia, gare di moto clandestine: coinvolto anche il figlio del boss

Al momento il primo bollettino dei medici riporta le condizioni della 64enne giudicate guaribile con riserva. Fortunatamente dopo la notte in ospedale, la donna è uscita dal pericolo di vita. Migliori invece le condizioni della 34enne, medicata e già dimessa con una prognosi di tre giorni. Adesso la polizia sta esaminando le immagini del circuito delle telecamere di videosorveglianza, con l’obiettivo di risalire ai responsabili per poi fermarli.