Poliziotto ferito a Napoli, si cercano i complici del 22enne arrestato

Poliziotto ferito a Napoli durante la festa per la vittoria dell’Italia: continuano le indagini che hanno già individuato Marcello Sorrentino

Poliziotto ferito a Napoli
Getty Images

In occasione dei festeggiamenti per la vittoria degli Europei Marcello Sorrentino, 22enne con precedenti penali, ha ferito un poliziotto che non era in servizio. L’agente era stato subito soccorso e portato in ospedale dov’è stato sottoposto a un intervento chirurgico.

Il giovane arrestato grazie alle tempestive indagini della Squadra Mobile di Napoli, alle immagini dei sistemi di videosorveglianza e dei testimoni, ha anche ammesso di aver compiuto due rapine prima che l’agente rimanesse ferito all’addome durante la colluttazione nel tentativo di fermarlo.

Il 22enne aveva rapinato uno scooter a una ragazza che aveva chiamato il padre. Quest’ultimo, giunto al corso Garibaldi, aveva visto il rapinatore a bordo di un altro mezzo. Come riporta cronachedellacampania.it, lo aveva speronato mentre il complice era riuscito a fuggito. Nel frattempo l’agente fuori servizio, Antonio Alborino – in servizio al Commissariato di Secondigliano –  era intervenuto, fino alla colluttazione dov’è rimasto ferito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, tensioni e scontri tra tifosi dell’Italia e Polizia nella notte

Poliziotto ferito a Napoli, denunciato padre vittima di rapina

Stazione Centrale
Foto Polizia di Stato

Sorrentino è stato comunque intercettato in ospedale dov’era andato a farsi curare le ferite riportate mentre anche il padre della ragazza rapinata è stato denunciato a piede libero per lesioni dopo aver investito il rapinatore. Dinnanzi alle evidenze delle immagini di videosorveglianza e alla rilevazioni delle targhe, il giovane ha confessato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denise Pipitone, l’ex Pm Angioni: “Non ritratto, voglio il processo”

Ma le indagini continuano e gli investigatori sono sulle tracce del complice che è riuscito a fuggire. Ma il lavoro della polizia è più ampio e guarda oltre quello che finora è stato accertato con una persona fermata e sicuramente un’altra da cercare. Non è escluso infatti che quella notte ci fossero anche altri complici, probabilmente coetanei di Sorrentino.