Posillipo, carabinieri sventano truffa ad anziani: 53enne in manette

A Napoli, nel quartiere Posillipo, i carabinieri hanno sventato una truffa ai danni di un anziana: arrestato un uomo di 53 anni. 

Posillipo
Nuova operazione nel napoletano (via Carabinieri di Napoli)

Questa mattina i carabinieri della stazione di Posillipo hanno preso in arresto C.P. di 53 anni. L’uomo, infatti, è accusato di tentata truffa ai danni di un’anziana signora. La donna di 77 anni è stata raggiunta nella sua abitazione di via Posillipo, nel napoletano, dopo aver ricevuto una chiamata. Infatti dall’altra parte della cornetta, il 53enne si è spacciato per suo nipote.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Pedopornografia, asse Canada-Napoli: un arresto e sette denunce

Durante la chiamata l’uomo ha chiesto di consegnare ben 1500 euro ad un corriere che era pronto a bussare alla porta. Ma la 77enne è riuscita ad essere molto furba, lasciando continuare la telefonata senza alcuna interruzione. Una volta conclusa la telefonata, l’anziana signora ha subito allertato i carabinieri che sono entrati in azione.

Posillipo, 77enne avverte i carabinieri e sventa la truffa: l’operazione delle forze dell’ordine

Posillipo
L’operazione delle forze dell’ordine nel quartiere napoletano (via Getty Images)

La mossa furba della signora ha permesso il pronto intervento dei carabinieri, che hanno prontamente fermato il truffatore. Inoltre l’azione della 77enne è frutto anche delle numerose campagne di sensibilizzazione sul fenomeno messe in piedi dal Comando Provinciale di Napoli.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, Polizia Municipale sgombera lido abusivo: l’operazione

Ricevuta la telefonata i carabinieri hanno subito pianificato la cattura del finto “corriere”. Infatti le forze dell’ordine si sono appostate in punti strategici, in modo da non lasciare nessuna via di fuga a disposizione del criminale. Quando il 53enne si è presentato alla porta, ricevendo il denaro, è stato prontamente bloccato e arrestato dalle forze dell’ordine. Adesso l’uomo è agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima e dovrà rispondere al reato di di truffa.