Napoli, Polizia Municipale sgombera lido abusivo: l’operazione

A Napoli questa mattina la Polizia Municipale ha sgomberato un lido abusivo. L’operazione è avvenuta in collaborazione con la Guardia Costiera.

Napoli
Sgomberato il lido abusivo sul Lungomare (via Screenshot YouTube)

Durante la mattina di questo 9 luglio, la Polizia Municipale di Napoli ha sgomberato il lido abusivo della ‘Colonna Spezzata‘. Infatti l’operazione è stata compiuta in collaborazione con la Capitaneria di Porto. Il lido abusivo si trovava nei pressi di Piazza Vittoria ed era frequentato da numerosi bagnanti. Quindi le forze dell’ordine hanno interdetto la spiaggia  al pubblico a causa del pericolo crollo del muretto sovrastante.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Miano, spari nella notte contro un’abitazione: la polizia indaga

Un’operazione importante proprio per limitare l’abusivismo sul Lungomare partenopeo. Infatti nei giorni scorsi Francesco Emilio Borrelli ha fatto un sopralluogo per verificare la presenza del lido. Gli abusivi, però hanno aggredito il consigliere. Adesso, con molte probabilità verranno realizzati lavori di ripristino e e messa in sicurezza dell’area sequestrata. Quindi la zona sarà rimessa a disposizione del pubblico una volta messa in sicurezza.

Napoli, sgomberato lido abusivo: l’intervento della Polizia Municipale

Estate regole
L’operazione della Municipale (screen YouTube)

Il problema dei lidi abusivi negli ultimi anni è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni. Infatti specialmente il ‘Lido Mappatella‘ è preso di mira dagli abusivi pronti a creare dei veri e propri lidi illegali. L’obiettivo delle forze dell’ordine, quindi, è quello di donare nuovamente la zona ai cittadini partenopei. Per colpa degli abusivi tantissimi bambini e famiglie affollavano la zona denominata “Colonna Spezzata”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Casandrino, spacciava con la fidanzata incinta: arrestato 32enne

Inoltre la maggior parte delle persone che creavano questi lidi illegali erano pregiudicati con diversi precedenti penali. Stando a quanto riporta il consigliere comunale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, la polizia ha già identificato i responsabili creatori del lido. Ma non solo, infatti le forze dell’ordine hanno individuato anche i protagonisti dell’aggressione nei confronti del consigliere. Infine Borrelli ha proposto al comune di Napoli e all’Autorità Portuale di accelerare i tempi per restituire il sito in questione a tutti i cittadini.