Amadeus racconta: “Mi hanno ricoverato, momento molto difficile”

Amadeus ha raccontato di essere stato ricoverato, rivelando tutto sul difficile momento e sugli strascichi di tale esperienza

Amadeus
Getty Images

Quando più di un anno fa l’Italia ha vissuto il terrore del primo lockdown, Amadeus è stato uno dei principali testimonial della Rai per invitare i cittadini a rispettare quelle regole ora abbiamo imparato a conoscere: lavarsi e igienizzarsi spesso le mani, non toccare occhi e naso ed evitare i contatti.

Il Covid si sta ancora mostrando in tutta la sua drammaticità e il timore per le malattie è qualcosa che riguarda molto il conduttore televisivo. In un’intervista rilasciata al settimanale Oggi e ripresa da molti giornali, ha dichiarato di essere iper ipocondriaco e di avere questo atteggiamento anche verso la famiglia, chiamando la moglie anche quattro volte al giorno per sapere come sta lei e i figli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Raffaella Carrà, il ricordo di Maurizio Casagrande fa scandalo: fan in rivolta

Amadeus, le origini della sua ipocondria

Amadeus e la moglie Giovanna Civitillo (foto Instagram)

L’origine dell’ipocondria di Amadeus arriva da lontano. Quando aveva sette anni fu ricoverato per nefrite (infiammazione al tessuto intestinale) e fu un momento molto difficile. “Tutto parte da lontano. A 7 anni venni ricoverato per due mesi in ospedale per una nefrite: fu un momento molto difficile che probabilmente non ho mai superato. Certi traumi ti restano addosso”, ha ammesso.

Il timore lo costringe ad avere uno stile di vita controllato passando innanzitutto dall’alimentazione. Solo dieta sana e controllata per evitare un giorno di avere a che fare ad esempio con il colesterolo e le medicine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diana Del Bufalo, rivelazione clamorosa: “Stavo soffrendo molto”

Decisioni che si riversano anche sulla famiglia. La moglie Giovanna spiegò che anche loro mangiano in modo più corretto anche se è difficile perché Amadeus rinuncia persino al sale e non è facile mangiare pasta insipida, soprattutto con un figlio che gioca a calcio. Ma quando il papà non c’è Giovanne e Josè si lasciano andare a serate senza regole alimentari fatte di patatine e salse, alimenti che il padre non approverebbe.