Coronavirus Campania, il bollettino Regione di oggi 2 luglio

Il bollettino coronavirus della Regione Campania di oggi 2 luglio. I numeri e i dati aggiornati su contagi positivi, morti e guariti.

Bollettino Campania
Bollettino Campania 2 luglio

La Regione Campania raggiunge e supera quota 5 milioni di vaccinazioni contro il Covid con le oltre 45 mila somministrazioni giornaliere di ieri. Il presidente Vincenzo De Luca è stato intervistato a Sorrento da Bruno Vespa per la tre giorni di ALIS Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile. Ecco le sue principali dichiarazioni, a partire dal perché in Campania persiste l’obbligo di mascherina: “Perché la Campania è la regione d’Italia con la più alta densità abitativa e l’area metropolitana di Napoli ha la più alta densità abitativa d’Europa. Già adesso la metà non se la mette la mascherina, figuriamoci se diamo il via libera a fare quello che vogliono”.

Siamo anche su Telegram: seguici per tutte le novità!

“Secondo: abbiamo in Campania una presenza preoccupante di variante delta – annuncia ancora il presidente De Luca – In queste ore abbiamo trovato alcuni ragazzi di 18 anni che sono andati ad una festa di Palma di Maiorca e sono positivi al Covid, variante delta. Registriamo la presenza di variante delta sulla popolazione più giovane. Poi perché questi mesi la Campania è stata indegnamente penalizzata nella distribuzione dei vaccini: fino a un mese fa eravamo la Regione che aveva ricevuto meno vaccini d’Italia rispetto alla sua popolazione. Perché ad aprile non c’è stato un riequilibrio della distribuzione? Perché c’è stato un mercato nero dei vaccini e perché siamo un Paese nel quale le regole non valgono niente”.

LEGGI ANCHE –> Napoli, l’open day per le seconde dosi continua: quando e come prenotarsi

Il bollettino Campania di oggi

bollettino Campania
Regione Campania

Coronavirus Campania, il bollettino di oggi: 98 positivi, 6200 tamponi molecolari e 6082 tamponi antigenici, 11 morti (3 deceduti nelle ultime 48 ore, 8 deceduti in precedenza ma registrati ieri).

Posti letto di terapia intensiva: 656 disponibili, 18 occupati.
Posti letto di degenza: 3160 disponibili tra posti letto Covid e offerta privata, 212 occupati.


LEGGI ANCHE –> Amazon, offerte di luglio assurde: i migliori codici sconto per comprare gratis


A precisa domanda, De Luca risponde sulla presenza di no vax in Campania: “Abbiamo avuto una presenza, ma non nel personale sanitario che si è vaccinato per il 96%. Abbiamo invece oggi una resistenza a vaccinarsi per la popolazione normale e abbiamo una forte  preoccupazione per la città di Napoli, dove nelle ultime settimane registriamo una grande resistenza a vaccinarsi.

Quando la popolazione aveva disponibilità vaccinale, non abbiamo avuto le dosi; poi abbiamo avuto il disastro comunicativo fatto dal Governo, Ministero e Commissariato sul vaccino AstraZeneca. Quando si è rotto il rapporto di fiducia tra cittadini e lo Stato, è evidente che la gente non ha avuto più disponibilità a vaccinarsi. Oggi siamo in una situazione grave, che viene ancora minimizzata, anche dal Commissario all’emergenza. A luglio arrivano il 40% in meno di vaccini, le Regioni devono limitarsi a fare la seconda dose a chi ha già fatto la prima. Obbligo di vaccinazione? Sicuramente per il personale medico-sanitario. Dipende, non è una questione di principio. Se dovessimo trovarci sull’orlo di una tragedia umanitaria, renderei obbligatorio senza dubbio”.