Mariglianella, cibo pieno di muffa e sigarette a terra: chiusa una pizzeria

Blitz dei carabinieri in una pizzeria di Mariglianella. I forestali hanno chiuso una pizzeria per la muffa sui cibi e le sigarette sul pavimento.

Mariglianella
Nuovo blitz dei Nas nel napoletano (via Screenshot)

A Mariglianella il corpo forestale dei Carabinieri, della stazione di Marigliano, ha scoperto una vera e propria pizzeria degli orrori. Infatti ad ispezionare il locale ci ha pensato anche il personale dell’Asl. I militari dell’Arma hanno controllato la pizzeria in questione rinvenendo del cibo pieno di muffa. Inoltre sono stati rinvenuti diversi prodotti alimentari privi delle indicazioni di tracciabilità previste dalla legge.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Acerra, sparati colpi di pistola contro la sede della Polizia Municipale

Così dopo aver ritrovato il cibo pieno di muffa hanno deciso di controllare i due locali seminterrati dell’attività ed è proprio qui che si è scoperto il vero orrore. Infatti la pavimentazione era sporca, ingombra di mozziconi di sigarette, mentre gli alimenti conservati lì erano ricoperti di muffa, alcuni poggiati ad alcuni scarichi fecali. Andiamo quindi a vedere l’operazione dei forestali all’interno del locale.

Mariglianella, scoperta pizzeria dell’orrore: l’operazione dei forestali

Mariglianella
Operazione in una pizzeria di Mariglianella (Foto Carabinieri Napoli)

Nella pizzeria i Carabinieri hanno sequestrato circa una tonnellata il totale degli alimenti posti sotto sequestro. Inoltre i militari hanno rinvenuto alcuni ingredienti come farina, zucchero, pistacchi, nocciole, sale, pane, cornetti e ortaggi in condizioni igienico sanitarie disastrose. In seguito all’operazione i carabinieri hanno anche sequestrato l’intero locale, denunciando il proprietario e sanzionandolo con 1.500 euro di multa.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Chiaiano, rifiuti abbandonati nel parcheggio metro: sequestrata un’azienda

I carabinieri del Nas a Napoli hanno svolto un’operazione nello stesso ambito. Infatti, controllando diversi negozi etnici, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 120 chili di alimenti per la maggior parte carne e pesce. Infatti tali prodotti erano privi di tracciabilità e non destinabili al consumo. I prodotti sequestrati avevano un valore totale di 5mila euro. Durante questa operazione sono stati chiusi due depositi di altrettanti ristoranti. Infine i militari hanno elevato 25 sanzioni amministrative per un totale 10mila euro.