Meteo, caldo asfissiante: è allarme in diverse Regioni

Il caldo asfissiante continua a non voler mollare la presa sull’Italia, è allarma in diverse Regioni: la situazione meteo delle prossime ore.

meteo
Il sole all’alba (Pixabay)

L’Italia dovrà fare i conti con un caldo anomalo (le temperature superano di diversi gradi le medie stagionali, ndr) ancora per diversi giorni. Almeno fino a mercoledì, infatti, la morsa del calore non accennerà ad allentare la presa. Da Nord a Sud, quindi, si vivranno delle belle giornate di sole, ma con il caldo asfissiante che la farà da padrone. Per il quadro completo delle temperature di oggi, scorri in basso.

Stando a quanto riferisce il Dipartimento di Protezione Civile, nel bollettino quotidiano diramato attraverso i propri canali ufficiali, non si registrano criticità per la giornata odierna. La mappa dell’Italia risulta verde e, come specifica la Protezione Civile, “il colore Verde indica assenza di fenomeni previsti e prevedibili (ricorda che non è possibile escludere fenomeni localizzati!)”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Don Matteo 13, Terence Hill rivela: “Scomparirò, vi spiego come accade”

Meteo, la situazione in Campania nel dettaglio

Meteo
Napoli al tramonto (Getty Images)

La Regione Campania, da oggi e per i prossimi giorni, ha diramato l’allerta a causa dell’ondata di caldo. In un lungo comunicato, la Protezione Civile regionale ha reso noto che i valori delle temperature si alzeranno anche sopra di 7-8 gradi rispetto alla media stagionale. “A partire dalle 8 di domani mattina, lunedì 28 giugno e fino alle 20 di mercoledì 30 giugno“, quindi, i cittadini della Campania dovranno fare i conti con un caldo asfissiante. La causa di queste alte temperature è da ricercare anche nel “tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero, potrà superare anche il 70-80%”. Per i consigli e le raccomandazioni della Protezione Civile, clicca qui.

LEGGI ANCHE >>> Denise Pipitone, è scontro tra Piera Maggio e Quarto Grado: cosa succede

Temperature minime e massime

Aosta 18/29
Torino 20/32
Milano 20/34
Trento 17/33
Bolzano 16/35
Venezia 21/30
Trieste 21/33
Genova 21/28
Bologna 19/36
Firenze 18/36
Ancona 22/32
Perugia 17/34
Roma 18/35
L’Aquila 15/33
Pescara 22/30
Campobasso 16/34
Napoli 21/35
Bari 20/37
Potenza 16/33
Catanzaro 19/36
Palermo 25/35
Cagliari 20/31