Coronavirus Campania, quali sono le varianti Covid in circolo oggi

Quali sono le varianti coronavirus oggi in circolo in Campania? Risponde l’Unità di Crisi della Regione: i numeri aggiornati dei casi Covid.

coronavirus Campania
Varianti Covid in Italia

I contagi sono in calo in tutta Italia, numeri così bassi non si registravano dall’autunno dello scorso anno (clicca qui per il bollettino di oggi). Per arginare la diffusione del virus è necessario il tracciamento dei contatti e l’attività di sequenziamento. A questo scopo è nata la prima rete nazionale per il sequenziamento, ad opera dell’Istituto Superiore di Sanità e promossa dal Ministero della Salute. Gli obiettivi principali della piattaforma saranno la sorveglianza epidemiologica, il sequenziamento dei ceppi virali circolanti, il monitoraggio immunologico, la ricerca e la formazione sui vari aspetti dell’infezione da SARS-CoV-2. Un passo importante per gestire al meglio questa e e le future emergenze infettive nel nostro Paese.

Le varianti Covid sono l’ostacolo maggiore alla sconfitta del virus. I test mostrano che i vaccini hanno una copertura efficace anche contro le varianti (inglese e indiana, oggi chiamata Delta), ma bisogna aver completato il percorso vaccinale e quindi aver ricevuto prima e seconda dose. La prima dose non fornisce una garanzia ottimale contro il rischio di ospedalizzazione. Ciò sottolinea ulteriormente l’importanza di vaccinarsi, i vaccini sono l’unica arma contro il virus in evoluzione.

LEGGI ANCHE –> Campania, tre giorni di allerta meteo da domani: criticità per ondate di calore

Coronavirus Campania, il report varianti Covid in circolo

coronavirus Campania
Regione Campania

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha pubblicato i dati settimanali riguardo le attività di sequenziamento previste dal piano di sorveglianza genomico. Il piano di sorveglianza voluto dalla Regione è condotto dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Azienda Ospedaliera Dei Colli (ospedale Cotugno) e dal Tigem (l’Istituto Telethon di Genetica e Medicina).

321 campioni analizzati, tutti di persone risultate positive al Covid in seguito ad un tampone molecolare. I risultati hanno evidenziato la presenza di 170 variante inglese, 82 delta (variante indiana), 36 brasiliana, 6 casi di variante colombiana e 23 europea. 4 casi sono ancora in via di definizione. L’Unità di Crisi regionale informa che sono in corso ulteriori approfondimenti epidemiologici e sullo stato vaccinale dei soggetti presi in esame.

LEGGI ANCHE –> Donare il sangue, nessun problema per i donatori vaccinati contro il Covid

Confermato l’obbligo di mascherina all’aperto

Nella giornata di oggi il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ribadito la proroga dell’obbligo di mascherina all’aperto anche in estate. Ecco quanto affermato dal governatore in occasione della presentazione dell’evento “Napoli Città Libro”:

“Abbiamo assistito in queste ore ad un dibattito demenziale. È sembrato che abbandonare la mascherina fosse come completare lo sbarco in Normandia o conquistare la Costituzione democratica. La mascherina serve innanzitutto a proteggere se stessi e le proprie famiglie. Ho ascoltato qualcuno addirittura dire che senza la mascherina verranno i turisti in allegria…

A me pare esattamente il contrario: i turisti arrivano quando sanno di trovare una società responsabile, non scapigliata e perduta, come potrebbe essere da qui al prossimo fine settimana, nella movida irresponsabile, che porterebbe, e ci porterà, se sarà davvero irresponsabile, a un nuovo calvario nel mese di ottobre”.