Denise Pipitone, Piera Maggio contro il programma: arriva la diffida

Il caso di Denise Pipitone crea ancora un grande clamore mediatico. Così Piera Maggio ha deciso di avanzare una richiesta: le sue parole.

Denise Pipitone
Le parole di Piera Maggio (via web)

Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, ha deciso di diffidare la trasmissione di Rete 4 ‘Quarto Grado‘. Infatti per la mamma della piccola scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004, sul proprio profilo Facebook, ha scritto una nota ufficiale. All’interno si può leggere: “Si diffida il programma Quarto Grado a non trattare più il caso di mia figlia, né a citare il mio nome o quello di mia figlia a causa delle continue, reiterate frasi offensive nei miei confronti”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Obbligo mascherine, oggi la decisione: quando potrebbe essere eliminato

La donna infatti ha denunciato le continue offese da parte del giornalista Carmelo Abbate e Gianluigi Nuzzi. L’atteggiamento dei due è giudicato da Piera ‘non garantista’. Inoltre Piera ha anche querelato il programma e gli autori che consentono lo scempio delle vittime di un reato. Andiamo quindi a ripercorrere quanto successo e perchè la donna ha deciso di denunciare il programma.

Denise Pipitone, Piera Maggio contro Quarto Grado: “Non parlate più di mia figlia”

Piera Maggio
Le parole della madre di Denise contro la trasmissione di Rete 4 (via Screenshot)

La querelle tra Piera Maggio e Quarto Grado è partita durante la giornata di sabato, quando la madre di Denise Pipitone ha pubblicato sui social la sua indignazione nei confronti del programma. Infatti nel mirino di Piera c’era soprattutto il conduttore Gianluigi Nuzzi. Il giornalista aveva creato una serie di polemiche sul proprio profilo Twitter. Piera Maggio definì il suo comportamento come vergognoso.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Pomigliano d’Arco, rissa tra ragazze con bottiglie – VIDEO

Stando allo screenshot postato da Piera, la conversazione sarebbe avvenuta su WhatsApp. Infatti Piera Maggio ha scritto al giornalista: “Le pare onesto il comportamento schifoso usato nei miei confronti dal suo collega Abbate? E lei che lo fa parlare con tutta tranquillità. Ma come vi sentite a far denigrare una madre a cui le è stata rapita una bambina, cercando di giustificare la violenza“. La donna ha poi concluso il suo messaggio definendo l’intero comportamento di ‘Quarto Grado‘ come vergognoso, ricordando che i due giornalisti non sono a conoscenza della sua vita private.