Paolo Bonolis stronca il suo programma: “Non lo condurrò più”

Paolo Bonolis chiude ogni possibilità, non vuole sapere più nulla della sua storica trasmissione: cos’ha detto

Paolo Bonolis
Paolo Bonolis (foto Instagram)

Lunedì scorso Paolo Bonolis ha compiuto sessant’anni. Per l’occasione ha rilasciato un’intervista a Chi, oggi edicola. Da Bim Bum Bam al Festival di Sanremo, da Mediaset a Rai; la carriera del conduttore romano è lunga e ricca di successi.

Tra i presentatori più noti e amati dal pubblico, Bonolis questi anni passati davanti alla telecamera li ha ripercorsi nell’intervista dove ha parlato anche de Il senso della vita, uno dei programmi maggiormente seguiti.

In onda inizialmente in seconda serata poi spostato in prima, il programma fu ideato e condotto dallo stesso Bonolis su Canale 5. In molti gli chiedono di nuovo la messa in onda ma lui stronca ogni possibilità. “È un programma di racconto e di pensiero“, dice ma a malincuore aggiunge anche che non avrà futuro.

È un talk-show con interviste a personaggi famosi e non che dava tanti spunti di riflessione. Aveva anche un certo costo per il quale non può andare in onda in seconda serata, ha detto il padre della trasmissione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bianca Berlinguer, mazzata clamorosa: nessuno se lo sarebbe immaginato

Paolo Bonolis, cosa farà nella prossima stagione televisiva

Paolo Bonolis
Paolo Bonolis (via screenshot)

Bonolis ha confermato che nella prossima stagione sarà ancora al timone di Avanti un altro, tappando le voci di chi lo voleva al prossimo Festival di Sanremo. Proprio il programma di Canale 5 con Luca Laurenti nelle ultime settimane ha scatenato delle polemiche con uno dei padri della televisione italiana, Pippo Baudo.

Questi gli aveva rimproverato di non rinnovarsi e di fare lo stesso programma da tanti anni. Bonolis rispose ricordando che Baudo ha fatto Sanremo per tredici edizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manuela Arcuri lascia la TV, nuovo inizio per l’attrice: l’annuncio

Ha guidato i programmi con maggiori successi come Chi ha incastrato Peter Pan, Ciao Darwin, e Striscia la Notizia. Per la Rai, invece, Domenica In, Affari tuoi e le edizioni di Sanremo (del quale è stato anche direttore artistico) nel 2005 e nel 2009.