Vico Equense, spiagge libere vietate ai non residenti: lidi unica alternativa

La città di Vico Equense è uno dei centri più importanti della zona sorrentina. Il sindaco ha preso una decisione sulle spiagge libere.

Vico Equense
Decisione importante presa dal primo cittadino (Image by Evgeni Tcherkasski from Pixabay)

E’ finalmente arrivata l’estate e con essa la voglia di mare per tanti italiani. In queste settimane si prevede un forte esodo sulle spiagge delle regioni del sud, con la penisola sorrentina che diventa una delle mete più ambite. In molti cercano di muoversi in tempo prenotando un posto nei lidi, così da avere maggiore comfort e spazio.

Leggi anche->Rione Alto, rapina al supermercato Sole365: minacce ai clienti in ginocchio

Altri invece potrebbero decidere di muoversi sulle spiagge libere. A tal proposito, il sindaco della città di Vico Equense ha preso una decisione sulle spiagge della città. Il primo cittadino intende riadottare una soluzione già presa la scorsa estate, quando i dubbi sull’arrivo di turisti e bagnanti era molto alto. Quest’anno ci potrebbero essere degli arrivi più consistenti.

Vico Equense, la scelta del primo cittadino

Vico Equense
Niente limitazioni per i lidi privati (Image by M Seimori from Pixabay)

Il primo cittadino Andrea Buonocore si affida a Facebook  per spiegare l’ordinanza, che tiene conto anche della riduzione degli spazi a causa del distanziamento sociale. “Lo scorso anno abbiamo sperimentato un provvedimento che ha raccolto molti consensi nella nostra comunità. E anche quest’anno scegliamo la strada della continuità“.

Leggi anche-> Napoli, sequestro da due milioni di euro ad uno storico contrabbandiere

La nostra città punta sull’accoglienza ed è aperta a tutti. A Vico tutti possono venire a farsi il bagno. I lidi sono aperti a tutti, per le spiagge libere abbiamo deciso di riservare degli spazi ai cittadini residenti. In questa lista-spiega-rientrano anche coloro che soggiornano in alberghi o seconde case“. Il sindaco ha poi specificato come la sua città sia Covid-free, con rischi quindi minimi sul fronte dei contagi. Tuttavia la guardia rimane alta, come dimostra il provvedimento dell’amministrazione comunale. Una scelta tesa anche ad evitare il sovraffollamento delle spiagge della città, che potrebbero essere prese d’assalto con il proseguire dei mesi estivi.