Iliad nei guai, scatta la denuncia: cosa succederà ai clienti

L’operatore di telefonia mobile, Iliad, finisce nei guai: è scattata infatti una denuncia: cosa succede ora ai clienti?

Iliad
Logo del gestore telefonico (via social)

Nel periodo in cui l’operatore sta preparando il terreno per l’ingresso nella telefonia fissa con la Fibra, arriva una brutta notizia. Iliad, infatti, punta a conquistare una fetta di mercato tutta nuova con la stessa filosofia di sempre: prezzi bassi e pacchetti di consumo vantaggiosi. In questo modo, ad oggi, conta oltre 8 milioni di clienti in tutta Italia ed il dato è in continua crescita: uno dei bacini d’utenza più grandi attualmente. Dopo aver siglato l’accordo con Open Fiber, la società punta ad entrare nel mercato della telefonia fissa con la Fibra entro la fine dell’estate o, al massimo, l’inizio dell’autunno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Iliad, che offerte per il terzo anniversario! Dettagli e costi

Si ricorda agli utenti, però, che nel primo periodo del lancio, non tutto il Paese rientrerà nella copertura dell’operatore. Per questo motivo, se vuoi controllare facilmente se la tua zona rientra nelle aree che usufruiranno del servizio fin da primo momento CLICCA QUI. Nelle ultime ore, però, per la compagnia telefonica non sono arrivate buone notizie ed è scattata una denuncia.

LEGGI ANCHE >>> TIM, la promozione per navigare in 5G a soli 5 euro: tutti i dettagli

Iliad nei guai, scatta la denuncia: cosa succede ora?

iliad
Il logo della nota compagnia telefonica (via web)

Nonostante Iliad abbia avuto il pregio di creare una competizione con le altre aziende del settore che ha favorito l’abbassamento dei prezzi per i consumatori, c’è un problema che i clienti lamentano da sempre. Una volta sottoscritta un’offerta con il gestore telefonico in questione, infatti, non è possibile cambiare idea e decidere di modificare il proprio piano tariffario. L’unica possibilità che il consumatore ha per scegliere una nuova promozione è quella di cambiare temporaneamente operatore e, in un secondo momento, passare nuovamente a Iliad. In queste ore, quindi, il Codacons ha deciso di intervenire sulla questione con una vera e propria denuncia di questo circolo vizioso che si viene a creare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WindTre, nuova offerta a soli 7,99 euro: i Giga sono illimitati

Il Codacons afferma che “questa soluzione è estremamente dispendiosa di tempo e anche di denaro (il costo della nuova attivazione). A ciò si aggiunge anche il danno ambientale che viene provocato dalla inutile movimentazione dei corrieri (per la consegna delle sim) e dallo smaltimento delle vecchie sim card (ben due!)”. In particolare, si recrimina all’azienda di aver promesso un cambiamento già dal lontano 2018. Ad oggi, però, non sono stati fatti passi in avanti in tal senso.