Mergellina, parcheggiatore abusivo sfascia due auto vicino agli chalet

A Mergellina un parcheggiatore abusivo ha sfasciato due auto a due donne. I due episodi di vandalismo si sono verificati vicino agli chalet. 

Mergellina
Il parcheggiatore abusivo prima degli atti vandalici (via Carabinieri Napoli)

Operazione dei carabinieri di Napoli a Mergellina, dove i militari hanno preso in arresto un parcheggiatore abusivo. L’uomo, di 48 anni, nella serate precedenti all’arresto aveva preteso del denaro da due donne. Le due vittime del parcheggiatore, però, non hanno consegnato i soldi richiesti, con il 48enne che per ripicca ha iniziato a sferrare calci e pugni ai veicoli in sosta.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, chiude Covid Center al Cardarelli: festa per medici e infermieri – VIDEO

Con i colpi inferti, l’abusivo è riuscito a piegare il cofano delle due auto. Le due donne, però, non si sono fatte intimorire ed hanno deciso di fermare una pattuglia in zona. I militari, così hanno deciso di mettersi subito in azione, individuando l’uomo poco dopo. Così il 48enne è finito in manette ed adesso dovrà rispondere alle accuse di tentata estorsione e danneggiamento.

Mergellina, fermato parcheggiatore abusivo di 48 anni: l’operazione dei carabinieri

Mergellina
Le fiamme gialle intervengono sul lungomare per fermare l’uomo (via Getty Images)

L’episodio di violenza è accaduto durante la serata di ieri, mercoledì 9 giugno. Il parcheggiatore abusivo, J.M. di 48 anni, ha sfasciato le due auto introno alle alle 21. Le due donne, di 25 e 36 anni, avevano parcheggiato sulle strisce blu ed avevano comprato il grattino dal parchimetro, posizionandolo sul cruscotto. Nonostante ciò, prima che si allontanassero dal veicolo, si è avvicinato l’uomo che le ha intimato di dargli del denaro per sorvegliare l’auto.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Vaccini, De Luca non ci sta: “Danno ai cittadini della Campania”

Le donne però hanno più volte rifiutato, indicando il grattino sul cruscotto delle auto. A questo punto l’uomo, preso da un raptus, ha iniziato a sferrare calci e pugni agli sportelli ed ai finestrini. L’uomo si è poi avvicinato al cofano anteriore, forzandolo e piegandolo, per poi allontanarsi. Fortunatamente le due donne sono riuscite ad intercettare una pattuglia in via Piedigrotta. I militari del Comando di Posillipo sono poi riusciti ad intercettare l’uomo, arrestandolo.