Napoli, crisi nera del Comune: blocco delle spese fino al 31 luglio

Crisi nera per il Comune di Napoli, con un nuovo blocco delle spese non necessarie fino al 31 luglio. Ci sarebbe un disavanzo di 2,5 miliardi.

Napoli Comune
Il sindaco di Napoli sulla ed il nuovo blocco spese (Getty Images)

Nuovo blocco delle spese non indispensabili per il Comune di Napoli. Infatti ci sarebbe un disavanzo di i 2,5 miliardi dopo il pre-consuntivo del 2020 ed un mancato risanamento per 74 milioni sempre nello scorso anno. Infatti il comune è riuscito solamente a recuperare 93 milioni dei 168 previsti dal piano. Così è arrivato l’ok della giunta per bloccare tutte le spese non necessarie fino al 31 luglio prossimo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Caserta, chiude il centro Covid dopo 14 mesi: la gioia dei medici

Quindi fino alla data indicata, il Comune potrà solamente per garantire i livelli essenziali. Inoltre i direttori dovranno giustificare ogni spesa fino alla fine di Luglio. La decisione è arrivata in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale sull’utilizzo del Fondo di Anticipazione di Liquidità da parte del sindaco Luigi De Magistris. Andiamo quindi a vedere quali spese saranno consentite al Comune.

Napoli, blocco delle spese al Comune di Napoli: quali saranno consentite

Comune Napoli De Magistris
Le spese consentite al Comune per i prossimi due mesi (Via Screenshot)

Sono diverse le spese consentite al Comune di Napoli, ma tutte dovranno essere motivate. Inoltre l’assunzione di prenotazioni e impegni di spesa proseguirà seguendo le regole della gestione provvisoria. Infatti per i prossimi due mesi, la gestione provvisoria consentirà solamente l’assunzione di:

  • Spese obbligatorie per legge o vincoli contrattuali;
  • Tutte le spese che provengono da provvedimenti giurisdizionali esecutivi;
  • Le spese necessarie per evitare danni patrimoniali certi e gravi all’ente;
  • Spese necessarie per garantire i livelli di essenziali delle prestazioni concernenti i diritti sociali;
  • Tutte le spese vincolate.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Mondragone, operaio cade da ponteggio a Malta: morto sul colpo

Inoltre prima della spesa i dirigenti dovranno giustificare il perchè delle spese e perchè sono necessarie. Seguiranno due mesi di blocco quindi per il Comune del capoluogo campano, che si trova di fronte ad una situazione di pura crisi. Si cerca ancora una legge speciale da parte del Governo, per evitare il fallimento della città.