Napoli, orrore al Cimitero del Pianto: un cadavere fuoriesce dalla tomba

Napoli, orrore al Cimitero del Pianto: un visitatore si accorge di un cadavere fuoriuscito da una tomba danneggiata e denuncia l’accaduto.

Cimitero del Pianto
Cimitero del Pianto, i cadaveri fuoriusciti dalla tomba

Negli scorsi giorni, un visitatore recatosi al Cimitero del Pianto di Napoli per pregare sulla tomba di un parente defunto, ha assistito ad uno spettacolo davvero macabro. L’uomo infatti, si è trovato davanti ad una scena raccapricciante: un cadavere ben visibile fuoriuscito da una tomba danneggiata. In un primo momento, il visitatore ha sentito un odore nauseante e ha cercato di capire da dove venisse una puzza così forte per poi accorgersi della presenza di un cadavere all’aperto. La tomba era danneggiata e si potevano scorgere diversi cadaveri avvolti in alcune buste di plastica e diverse coperte.

LEGGI ANCHE >>> Riapre la spiaggia della Gaiola a Napoli: come prenotare

L’uomo ha scattato diverse foto e ha inviato un video al consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, per denunciare l’accaduto. Una grande mancanza di rispetto soprattutto nei confronti dei poveri defunti, che si trovano esposti alle intemperie e coperti da semplici lenzuola.

Napoli, il racconto dell’orrore al Cimitero del Pianto

Cimitero del Pianto
Cimitero del Pianto, coperte e buste di plastica che avvolgono i cadaveri

Il consigliere regionale Borrelli non ha tardato a rispondere alla segnalazione, commentando con dure parole l’accaduto. “E’ inammissibile che ci si rechi in un luogo che dovrebbe essere ‘sacro’ possa trovarsi dinanzi a spettacoli simili. I cimiteri napoletani sono ridotti in condizioni pietose, luoghi che purtroppo pullulano di abusivi che ogni giorno cercano di speculare sul dolore delle persone, ma la scena immortalata dal video è davvero inaccettabile. Risolvere questa situazione deve essere una delle priorità della prossima amministrazione cittadina”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, carabinieri fermano ladri di marmitte: tre arresti

Ecco cosa ha raccontato di quella mattina A.S., il testimone della scena. “Sabato mattina mi sono recato con la mia compagna per portare un saluto a un nostro caro. Appena entrati al Cimitero del Pianto dall’ingresso della Doganella, poco dopo aver percorso la scalinata, abbiamo sentito una puzza di putrido e abbiamo notato un loculo danneggiato da cui si intravedevano resti di natura ossea. Ma la cosa più macabra è che si notava anche un corpo in avanzato stato di decomposizione con lembi di pelle e materia organica. Un’immagine che non dimenticheremo facilmente. Facciamo appello perché si faccia qualcosa per restituire la dignità a queste povere salme.