Facebook, dura mossa contro i politici: nuove regole per tutti, cosa cambia

Facebook, dura mossa contro i politici: le nuove regole sono per tutti. Vediamo insieme cosa cambia adesso con la decisione di Mark Zuckerberg.

Facebook
Facebook e Whatsapp (Getty Images)

Facebook è il social network più famoso al mondo, c’è un prima e c’è un dopo. L’idea di Mark Zuckerberg ha portato un’autentica rivoluzione in ogni angolo del globo, rendendo il suo fondatore uno degli uomini più ricchi del pianeta. Con il caso delle elezioni americane del 2020 e l’esplosione in rete delle fake news, il social si è messo all’opera per garantire un servizio migliore. Una maggiore verifica delle notizie, un collegamento rapido a fonti istituzionali in fatto di risultati delle elezioni presidenziali, Covid e vaccini. Tante volte i politici hanno avuto un trattamento di favore. Qualcosa adesso cambia: la società Facebook Inc. ha annunciato che d’ora in poi anche per i responsabili politici varranno le stesse regole che devono rispettare tutti gli utenti. Se un post va contro le normative, allora sarà cancellato. A prescindere da chi sia l’autore.

LEGGI ANCHE –> Sony, l’annuncio sulla PS4 e la PS5 è da non credere

Facebook, dura mossa contro i politici: cosa cambia

Facebook
Mark Zuckerberg, CEO di Facebook (Getty Images)

Una nota ufficiale ha spiegato che “nel valutare i contenuti di rilevanza informativa Facebook non tratterà quelli postati dai politici in modo diverso da quelli di chiunque altro”. Rispetto al passato, sarà utilizzato lo stesso metro di giudizio per “tutti i contenuti, misurando se il valore dell’interesse pubblico abbia maggiore peso dei rischi potenziali del lasciare” il contenuto pubblicato online.

GUARDA QUI –> Friends Reunion, quanto sono stati pagati gli attori per questo special

Il primo a pagare lo scotto delle restrizioni è stato recentemente l’ex presidente degli Stati Uniti d’America Donald J. Trump. Il social media ha annunciato che Donald sarà sospeso da Facebook per almeno due anni. Al termine dei ventiquattro mesi, un team di esperti valuteranno nuovamente il suo caso. Trump contribuì ad accendere la folla in occasione dell’assalto di Capitol Hill, nel giorno della proclamazione a presidente del rivale vincitore delle elezioni Joe Biden. veva criticato la sospensione senza scadenza dell’ex presidente. “Data la gravità delle circostanze che hanno portato alla sospensione di Trump, riteniamo che le sue azioni costituiscano una seria violazione delle nostre regole che merita la maggiore sanzione. Sospendiamo i suoi account per due anni, a partire dalla data della sua iniziale sospensione il 7 gennaio di quest’anno” si legge nella nota della società-