Maradona, inaugurata la statua di 5 metri fuori lo stadio – VIDEO

Maradona ha una nuova statua, a Santiago del Estero, la città più vecchia dell’Argentina. Presente anche la Nazionale con Messi

Maradona
La statua di Maradona inaugurata ieri (Getty Images)

È alta cinque metri, una misura ragguardevole per omaggiare Diego Armando Maradona. E chissà quante ne saranno ancora costruite in giro per il mondo ma al momento l’ultima cronologicamente è dell’Argentina ed è stata posta all’esterno dello Stadio Madre de Ciudades a Santiago del Estero.

L’occasione si è presentata ieri per la partita della Nazionale capitanata da Lionel Messi che ha sfidato il Cile nella gara terminata 1-1 nelle qualificazioni per il mondiale del Qatar 2022. Voluta dal governo della provincia di Santiago del Estero, la statua è totalmente in bronzo ed è stata realizzata dallo scultore Carlos Benavidez.

Nel cuore di tutti gli argentini il Maradona che più si ricorda è quello del 1986 che vinse i mondiali in Messico. La statua è stata vestita con la divisa di quel trionfo e ha un pallone, ovviamente poggiato sul piede sinistro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maradona, svolta nelle indagini: nuova accusa per i responsabili

Maradona, l’omaggio della Nazionale

Il momento in cui viene scoperta l’opera (Getty Images)

La statua non guarda lo stadio che è posto alle spalle ma al Rio Dulce e verso l’estesissima provincia di Santiago del Estero, la città più vecchia dell’Argentina. Soprattutto è posta sul piazzale dello stadio attraversata dalla strada che porta il nome del Pide de Oro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Secta Deportiva (@sectadeportivaok)

Un omaggio nell’omaggio che voleva essere condito dalla vittoria dell’Argentina che ha impattato sull’uno pari. Ma Messi e compagni la vittoria l’hanno cercata dando tutto come come lui faceva in campo, ha dichiarato il capitano argentino.  Maradona è scomparso lo scorso 25 novembre, meno di sette mesi e in tutto il mondo sono già vari gli omaggi con strade, statue e intitolazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, trovato l’erede di Koulibaly: c’è l’accordo

Sarà certamente un luogo di pellegrinaggio laico per tanti tifosi in tutto il mondo com’è diventato il murales di Forcella a Napoli già nelle prime ore dopo la scomparsa dell’eterno numero 10.