Covid Napoli, dimesso ultimo paziente al San Giovanni Bosco

Migliora la situazione Covid a Napoli, con l’ultimo paziente ricoverato dimesso dall’Ospedale San Giovanni Bosco: vicino il ritorno alla normalità.

Napoli Covid
Si svuola il nosocomio partenopeo (via Facebook)

Si svuota anche l’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, con la situazione Covid in netto miglioramento nella città partenopea. Durante il primo pomeriggio, infatti, è stato dimesso l’ultimo paziente ricoverato per Covid-19. Dopo aver superato la crisi pandemica, l’ospedale potrà tornare presto alla sua normale attività di supporto alla rete d’emergenza.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Campania, De Luca: “Da lunedì al via le vaccinazioni in farmacia con J&J”

Ciro Verdoliva, direttore dell’Asl Napoli 1 ha commentato il successo, ringraziando tutto il personale del nosocomio partenopeo. Infatti il San Giovanni Bosco è stato uno dei presidi più importanti durante la seconda ondata di contagi da Covid-19. Inoltre il personale all’interno del nosocomio è riuscita a sconfiggerere la pandemia grazie ad un grande impegno ed alla professionalità degli operatori sanitari.

Covid Napoli, si svuota il San Giovanni Bosco: a breve il ritorno alla normale attività

Covid Napoli
Finalmente si vede la luce in fondo al tunnel (Getty Images)

Ciro Verdoliva, ringraziando tutto il personale sanitario ha anche annunciato i piani futuri per quanto riguarda l’ospedale Napoletano. Infatti il direttore dell’Asl Napoli 1 ha aggiunto: “E’ giusto che il presidio venga restituito alla città nel contesto della sua normale attività assistenziale”. Il passaggio, sottolinea Verdoliva, è simbolico e simboleggia un graduale ritorno alla normalità.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Napoli, tentata rapina in una gioielleria a Chiaia: è la seconda volta in un mese

Proprio per un ritorno alla normalità, l’Asl Napoli 1 ha annunciato la sanificazione dei reparti e una disinfezione straordinaria di tutti i locali del nosocomio. Infatti a partire dal prossimo 14 giugno sarà ripristinata la normale attività di Dea di primo livello. Mentre invece il pronto soccorso sarà attivato nuovamente il prossimo 21 giugno.