Moto3, incidente per Dupasquier: è in gravi condizioni

Un grave incidente ha coinvolto il pilota di Moto3 Dupasquier. Il pilota è stato ricoverato in ospedale e si troverebbe in gravi condizioni.

Moto3
Grave incidente per lo svizzero durante le qualifiche (Getty Images)

Le qualifiche della Moto3 sul circuito del Mugello fanno registrare un grave incidente che coinvolge tre piloti. Ad avere la peggio è il 19enne svizzero Jason Dupasquier, che corre quest’anno per il team CarXpert PrüstelGP.

Leggi anche-> Calciomercato Napoli, tre regali per Spalletti: trattative in corso

L’incidente è avvenuto alla curva dell’Arrabbiata 2 coinvolgendo Sasaki (Tech 3) e Alcaba (Kömmerling Gresini). Se questi due sono usciti illesi dall’incidente, per il primo invece le conseguenze sono state pesanti al punto da richiedere il trasporto in ospedale.

Moto3, la dinamica dell’incidente

Moto3
Il pilota è adesso ricoverato in ospedale a Firenze (Getty Images)

Il pilota svizzero ha perso il controllo della moto in un tratto molto veloce a pochi secondi dal termine delle qualifiche. I due piloti che lo seguivano non sono riusciti ad evitarlo. Dalle immagini si evince che il giapponese colpisce la testa del pilota mentre lo spagnolo dichiara di aver toccato con le ruote le sue gambe.

Tempestivo l’intervento della direzione gara, esponendo la bandiera rossa che di fatto chiude la sessione di prove. Altrettanto veloci i soccorsi, che si sono recati sul posto per prestare le primissime cure al pilota. La situazione è parsa subito grave.

Miglior tempo per Suzuki

Il pilota si trova ora all’ospedale Caruggi di Firenze. Non ci sono notizie delle sue condizioni, con la prognosi che rimane riservata. Come dichiarato successivamente dal Governatore della Toscana Giani, il ragazzo sarebbe stato sottoposto ad un intervento neurochirurgico, voce non ancora confermata dall’Ospedale.

Leggi anche-> UFFICIALE – Napoli, Spalletti nuovo allenatore: l’annuncio di De Laurentiis

Nel frattempo si è delineata la griglia di partenza per domani. Ad aggiudicarsi la prima posizione è il giapponese Suzuki in sella alla Honda. Secondo Pedro Acosta con la Ktm e terzo Gabriel Rodrigo anch’egli con la Honda. Il primo degli italiani è Dennis Foggia, con Fenati ed Antonelli che si piazzano rispettivamente alla settima e ottava casella.