Napoli, Manfredi annuncia la candidatura a sindaco: “Sono pronto”

L’ex ministro e rettore della Federico II, Gaetano Manfredi, annuncia la sua candidatura a sindaco della città di Napoli.

Manfredi
L’ex rettore scende in campo per il capoluogo campano (Profilo Facebook Gaetano Manfredi)

La notizia che era nell’aria diventa ufficiale: Gaetano Manfredi correrà alla carica di sindaco di Napoli per le prossime amministrative. Dopo i dubbi delle scorse settimane, l’ex rettore ha sciolto la sua riserva e accettato questo arduo e difficoltoso incarico.

Leggi anche-> Napoli, colpi di pistola in via Marina: rinvenuti quattro bossoli

Il suo nome è frutto dell’alleanza politica tra il Partito Democratico ed il Movimento Cinque Stelle. Dopo l’esperimento durato circa un anno a livello nazionale, si ripete quindi l’alleanza anche a livello locale, ripetuta soprattutto nel territorio campano con alterne fortune.

Manfredi, le dichiarazioni dell’ex rettore

Manfredi
Gaetano Manfredi ha annunciato la sua candidatura su Facebook (Getty Images)

Attraverso un breve post su Facebook, l’ex rettore annuncia la sua candidatura nella città partenopea usando queste parole: “Napoli torna protagonista nello scenario internazionale. Adesso possiamo partire tutti insieme per costruire la città del futuro. Ognuno deve fare la sua parte ed io farò la mia“.

La discesa in campo segue l’annuncio di un patto per il capoluogo partenopeo, firmato da Giuseppe Conte insieme ad Enrico LettaRoberto Speranza. Nel quale vengono specificate misure concrete per la città, che da anni si trova a fronteggiare una situazione di difficoltà economica acuita dalla crisi pandemica.

Sforzi intensificati nelle ultime 48 ore

Questo accordo pone fine a lunghi mesi di dibattiti ed incertezze sul nome espresso dal centrosinistra e dai pentastellati. In un primo momento si vociferava di una corsa a parte per PDM5S che avrebbero espresso ognuno un candidato.

Leggi anche-> Rapina del Casertano due anni fa, arrestato un 49 enne di Napoli

Successivamente si era fatto avanti il nome di Roberto Fico, attualmente alla Presidenza della Camera. Il capo di Montecitorio aveva però declinato l’incarico, rimettendo quindi la palla ai segretari dei partiti. Alla fine si è scelto Manfredi, che ha anche fatto parte del Governo Conte, ricevendo anche l’approvazione da parte dei suoi colleghi e dei parlamentari.