Heather Parisi, la triste rivelazione: “Voleva distruggermi”

Heather Parisi ha concesso una lunga intervista al Corriere della Sera. Con il quotidiano ripercorre la sua lunga carriera da artista.

heather Parisi
heather Parisi

Mi sento italiana“. Lo ribadisce con forza Heather Parisi, che è legata da una lunga carriera artistica al nostro Paese. Nel quale è arrivata a 18 anni, girando per Roma con degli amici. Lì Pippo Baudo la nota e vuole che la giovane ballerina appaia in tv.

Leggi anche-> Eurovision, vincono i Maneskin: Amadeus impazzisce – VIDEO

La donna spiega il suo esordio televisivo: “Era su Raiuno con Luna Park. Ricordo che volevo trasmettere allegria alla gente. Dentro il mio cuore, è sempre stato questo il desiderio più intimo“.

Heather Parisi, la confessione del passato

Heather Parisi
La donna ha fatto anche una commovente confessione (profilo Instagram Heather Parisi)

Ma il passato dell’artista non è stato tutto rose e fiori. Un uomo infatti l’ha fatta molto soffrire: “Mi sono fidata di lui. Non ero solo una bella fuori come voleva farmi credere. Mi sminuiva di continuo ed era molto peggio di ricevere solo violenza fisica. Mi dicevo di lasciarlo ma non ce la facevo.

Ora però le cose sono totalmente cambiate, con Umberto Maria Anzolin. I due vivono in simbiosi ad Hong Kong. Tanto che la donna arriva ad affermare, commuovendosi: “Dopo tutto quello che ho subito mi ritengo fortunata. Solo ora capisco che meritavo un amore come questo“.

Il rapporto con le figlie e le divergenze con la Cuccarini

La sua vita ora sono le due gemelle, nate quando la donna aveva 50 anni. “Ho sempre rimandato-dice-ma non ho mai nascosto il mio desiderio di maternità. E ho deciso di farle studiare a casa: non è una cosa inusuale al di fuori dell’Italia“.

Leggi anche-> Eurovision, pesanti accuse di droga contro Damiano: la reazione dei Maneskin

Infine è inevitabile il riferimento al suo alter ego Lorella Cuccarini: “Siamo il diavolo e l’acqua santa. Ovviamente il diavolo sono io, siamo diverse su tutto e di più“. Infine una considerazione su Maradona: “Non dirò nulla, preferisco non scatenare troppe morbosità“.