Eurovision, pesanti accuse di droga contro Damiano: la reazione dei Maneskin

Eurovision, Damiano e i Maneskin respingono le accuse esplose sui social: “Mai fatto uso di cocaina, siamo contrari alle droghe”.

Maneskin
Damiano dei Maneskin (Foto: Eurovision)

I Maneskin riportano l’Italia sul tetto d’Europa dopo oltre trent’anni. Era il 1990 quando a Zagabria (Croazia) il tricolore vinceva l’esibizione continentale per l’ultima volta, sul palco c’era Toto Cutugno a cantare Insieme: 1992. Mahmood aveva sfiorato la vittoria due anni fa, ma si fermò al secondo posto per una gestione dei punti “poco amichevole” da parte di San Marino. Questa volta la band italiana, formata da ragazzi giovanissimi nati e cresciuti a Roma, ce l’ha fatta. La prima classifica, quella decisa dalla giuria di qualità dei 26 Paesi in gara, li aveva collocati al quarto posto dietro Svizzera, Francia e Malta. Poi sale in cattedra il televoto, valido per il 50% della classifica finale.

In Italia non era possibile votare per i nostri Maneskin, ma all’estero sono letteralmente impazziti per la band italiana. Classifica ribaltata e primo posto con 524 punti finali, staccata la Francia seconda a 499. Subito dopo la proclamazione scoppia la gioia dei quattro ragazzi, un video virale sui social fa scoppiare la polemica in tempo record. Damiano abbassa la testa sul tavolo, all’estero accusano: “sta tirando cocaina, merita l’espulsione”.

LEGGI ANCHE –> Maneskin censurati per l’Eurovision: come è cambiato il testo di “Zitti e buoni”

Eurovision, la verità dei Maneskin sulla cocaina

Maneskin
Eurovision, classifica finale

“Siamo davvero scioccati da cosa alcune persone stanno dicendo riguardo Damiano fare uso di droghe” scrivono i Maneskin su Instagram respingendo le accuse. “Noi siamo totalmente contro le droghe e non abbiamo mai fatto uso di cocaina. Siamo pronti a fare il test, non abbiamo nulla da nascondere. Noi siamo qui per suonare la nostra musica e siamo così felici per la vittoria dell’Eurovision e vogliamo ringraziare tutti per averci supportato. Il rock ‘n’ roll non morirà mai. Vi amiamo”.

GUARDA QUI –> Sanremo 2022, conduce Achille Lauro: clamorosa ipotesi