Eurovision, vincono i Maneskin: Amadeus impazzisce – VIDEO

Ha fatto il giro del web la reazione di Amadeus alla vittoria dei Maneskin all’Eurovision. Il conduttore dell’ultimo Festival entusiasta per il successo.

Eurovision Amadeus
La reaction dello showman italiano (via Screenshot)

Grande successo dell’Italia all’Eurovision grazie alla vittoria dei Maneskin, festeggiata in modo ‘estremo’ da Amadeus. Il conduttore ravennate ha seguito con attenzione la prova del gruppo rock, fino al termine del festival della musica europea. Dopo che il presentatore dell’evento ha annunciato i vincitore, Ama è saltato dal divano gridando: “Abbiamo vinto”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Flavio Insinna, brusco calo: non era mai successo prima

Infatti parte del successo è anche il suo, visto che selezionò la canzone ‘Zitti e Buoni‘ per il Festival di Sanremo 2021. La canzone stupì il pubblico durante l’ultima edizione della competizione italiana, arrivando alla vittoria che ha portato il gruppo all’Eurovision. Andiamo quindi a vedere il video e la reaction di Amadeus alla vittoria dei Maneskin.

Eurovision, Amadeus impazzisce: “Abbiamo vinto !”

La canzone ‘Zitti e Buoni’ ha stupito tutti anche all’Eurovision, ma di certo non ha stupito Amadeus. Il presentatore degli ultimi due Festival di Sanremo, infatti, ha potuto ammirare la band durante la 71esima edizione della competizione italiana ed era pronto a puntare su Damiano anche durante quella Europea. La sua reazione, ripresa dalla moglie Giovanna Civitillo, ha fatto il giro del Web.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Uomini e Donne, lite furibonda in studio: Maria costretta ad intervenire

Infatti la vittoria dei Maneskin è anche merito di Amadeus, che in due anni ha ringiovanito il Festival. Il presentatore ravennate non ha avuto paura di portare alla ribalta volti giovani della musica italiana. Infatti grazie al Festival abbiamo visto la consacrazione della nuova musica italiana guidata da gruppi come i Maneskin, i Pinguini Tattici Nucleari, Colapesce e Dimartino, ma anche di solisti come Madame, Willie Peyote e Fulminacci. Festeggia quindi la musica italiana che sta voltando pagina con un cambio generazionale che promette più che bene.