Lago Maggiore, precipita cabina funivia: due bambini in gravi condizioni

Tragedia questa mattina nei pressi del Lago Maggiore. La cabina di una funivia è precipitata e al momento ci sarebbero numerose vittime.

Lago Maggiore
Grave incidente questa mattina in Piemonte (Foto di paula guerreiro da Pixabay)

Si è consumata una vera e propria tragedia in tarda mattinata sul Mottarone, monte che domina il Lago Maggiore sul lato piemontese. Sul posto sono presenti numerosi uomini dei Vigili del Fuoco, che hanno confermato la presenza di morti nel luogo dell’incidente.

Leggi anche-> Falcone, Mattarella: La mafia c’è ancora, lo Stato deve vigilare”

Secondo le prime ricostruzioni, sarebbero 9 le vittime. Nella cabina si trovavano 11 persone, con due bambini di 9 e 5 anni. Questi ultimi sono stati trasferiti in Ospedale in codice rosso al “Regina Margherita”, attraverso l’utilizzo dell’elisoccorso.

Lago Maggiore, le cause dell’incidente

Lago Maggiore
L’incidente avvenuto ad un’altezza considerevole (Foto di Elsemargriet da Pixabay)

La funivia aveva riaperto i battenti ieri, come molti altri luoghi in Italia. Nel 2016 aveva subito un importante lavoro di ristrutturazione. Il percorso si snoda lungo tutto il monte e la causa dell’incidente è dovuta al cedimento di un cavo a quota 1491 metri.

La cabina sarebbe precipitata da un’altezza di circa 80 metri. La caduta non è stata favorevole nemmeno per i soccorritori, visto che il punto era particolarmente impervio e difficilmente raggiungibile dai veicoli d’emergenza accorsi comunque tempestivamente.

Le dichiarazioni dei soccorritori

A confermare la difficoltà è Walter Milan, capo del soccorso alpino, ai microfoni di Rainews24: “La cabina della funivia è caduta da un punto relativamente alto. Appare distrutta e accartocciata, segno che la caduta è stata evidentemente significativa”.

Leggi anche-> Palinuro, precipita in mare da un dirupo: muore bimba di 5 anni

Toccherà ora agli inquirenti ricostruire la dinamica dell’incidente nei minimi dettagli. Sotto osservazione i recenti lavori e controlli. Costati 4 milioni e 400mila euro, che hanno coinvolto non solo le cabine ma l’intero tracciato. Non solo le prime sono state smontate, rimontate e ricondizionate: in più è stata effettuata una magnetoscopia sulle funi per verificarne la tenuta. Evidentemente tutti questi accorgimenti non hanno evitato la tragedia, che coinvolge 9 persone oltre ai succitati due bambini ricoverati d’urgenza in ospedale.