Coronavirus, il bollettino di oggi 19 maggio

Covid Italia, il bollettino coronavirus di oggi 19 maggio: contagi, positivi, guariti e morti a livello nazionale nelle ultime ventiquattro ore.

bollettino coronavirus
Bollettino coronavirus 19 maggio

Il nuovo decreto legge Covid entra oggi in vigore. La firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha aperto la strada alla pubblicazione – nella tarda serata di ieri – in Gazzetta Ufficiale. Il coprifuoco, finora fissato alle 22, da oggi slitta alle ore 23. Un’ora in più per la graduale riapertura e ripartenza del Paese, con i prossimi passi già tracciati: il 7 giugno la misura partirà da mezzanotte e sarà definitivamente abolita dal 21 giugno.

Novità anche per il green pass, la “certificazione verde Covid-19” che permetterà gli spostamenti e probabilmente l’accesso ai prossimi grandi eventi aperti al pubblico. La validità del certificato è stata estesa a nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale. Via libera al green pass per chi ha ricevuto una sola dose di vaccino: sarà valido dal 15° giorno dopo la somministrazione della prima dose fino alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale (cioè, la data prevista per la seconda dose).

GUARDA QUI –> Moneta 50 centesimi rara, questa vale 170 mila euro: come riconoscerla

Il bollettino coronavirus di oggi

bollettino coronavirus
Coronavirus Italia

Il bollettino coronavirus di oggi: 5.506 contagi, 149 morti, 13.929 guariti. 287.256 tamponi nelle ultime ventiquattro ore, il tasso di positività odierno si attesta all’1,9% (+0,2%).

La situazione negli ospedali: -46 terapie intensive, -521 ricoveri. 28.382.984 dosi di vaccino somministrate in totale.

LEGGI ANCHE –> Camorra e Servizi Segreti italiani, inquietante rivelazione: “Patto sugli affari”

Il calendario delle riaperture

Questa sera a Reggio Emilia si giocherà la finale di Coppa Italia, la prima partita di calcio con il pubblico sugli spalti dall’inizio dell’emergenza. Da giugno si potrà assistere dal vivo a tutte le manifestazioni sportive fino ad una capienza del 25% dell’impianto. Cambiano ufficialmente i parametri delle zone rosse, arancioni e gialle: la guida non sarà più l’indice di contagio Rt ma l’incidenza ogni 100 mila abitanti ed il tasso di ospedalizzazione, sia in terapia intensiva che in degenza ordinaria.

Dal 24 maggio riapriranno le palestre e dal 1 luglio le piscine al chiuso e i centri benessere. Dal 22 maggio riapriranno gli impianti di risalita in montagna, dal 15 giugno i parchi tematici e dal 1 luglio i centri culturali, i centri sociali e i centri ricreativi. Ancora dal 15 giugno saranno autorizzate le feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiose anche al chiuso. Agli ospiti sarà richiesto il green pass.

Fabrizio Curcio, capo della Protezione Civile nominato dal premier Mario Draghi, ha affermato in visita in Toscana: “Abbiamo ottenuto ottimi risultati grazie al lavoro e alla responsabilità di operatori, enti e istituzioni. Bisogna continuare con lo stesso spirito di collaborazione per raggiungere tutti gli obiettivi del piano vaccinale”.