Denise Pipitone, svolta nelle indagini: gli ultimi aggiornamenti

Torna a parlare il pm Angioni sul caso di Denise Pipitone. Stando alle parole della dottoressa la bambina è stata rapita da due gruppi di persone.

Denise Pipitone
Le parole della pm sul caso della bimba di Mazara del Vallo (via web)

La Pm Maria Angioni, in diretta a Mattino Cinque, è tornata a parlare del caso di Denise Pipitone. Infatti la dottoressa in passato si era occupata del caso della bambina scomparsa a Mazara del Vallo. A sorpresa Angioni afferma che la città siciliana è piena di sentinelle e che a rapire Denise ci hanno pensato due gruppi di persone. Per la dottoresa i due gruppi si divido in quelli ‘cattivi‘ e quelli ‘buoni‘.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Roma, napoletano cade da ponte Garibaldi per un selfie: condizioni gravi

L’ex pm, infatti, 17 anni fa seguì il caso percorrendo proprio questa pista. Maria Angioni, infatti, si occupò della scomparsa della bambina dall’ottobre del 2004 al luglio 2005. Stamattina così ha deciso di intervenire in diretta da Federica Panicucci, facendo una breve premessa. Infatti la dottoressa ha ricordato che le strade a Mazara erano piene di sentinelle. Andiamo quindi a vedere le sue parole.

Denise Pipitone, l’ex Pm non ha dubbi: “Rapita da due gruppi; Mazara piena di sentinelle”

Denise Pipitone
La bimba scomparsa a Mazara nel 2004 (via Web)

Maria Angioni ha quindi deciso di accettare l’invito di Federica Panicucci. In diretta a Mattino Cinque, l’ex pm ha raccontato come in quel periodo a Mazara del Vallo c’era sempre gente diversa dello stato. Per la precisione quelle persone erano sentinelle, stando alla Angioni, che controllavano l’intera zona. Per questo motivo la dottoressa ritiene impossibile che nessuno abbia visto il rapimento di Denise.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Torre del Greco, incendiato ingresso scuola: indagine in corso

Quindi secondo Maria Angioini tutti hanno agito cercando di prendere in giro gli inquirenti, con i malviventi che hanno sfruttato questo arco di tempo per portare lontano la bambina e probabilmente per farla del male. Per questo motivo, conclude la Pm, in molti hanno agito in maniera non poca cristallina di fronte agli inquirenti, favorendo l’allontanamento di Denise Pipitone da Piera Maggio.