Valentina Bisti, tutto su di lei: età, carriera e marito

Valentina Bisti è uno dei personaggi di punta delle reti Rai. Da vent’anni lavora per la televisione pubblica, districandosi tra tg e programmi tv.

Valentina Bisti
La giornalista ha alle spalle una lunga gavetta (via web)

La nota giornalista Valentina Bisti è ormai un volto noto ai telespettatori Rai. Nata il 18 febbraio 1974 a Roma. La passione per le materie umanistiche la spinge ad iscriversi alla facoltà di Lettere Moderne, scegliendo l’indirizzo Cinema.

Leggi anche-> Paolo Brosio, arriva il triste annuncio: è finita

Successivamente alla laurea decide di iscriversi alla Scuola di Giornalismo, diventando a 26 anni una giornalista a tutti gli effetti. Un anno dopo comincia la sua carriera nella televisione pubblica, che con il tempo l’ha vista condurre alcuni programmi di punta.

Valentina Bisti, la carriera in Rai

Valentina Bisti
E’ ormai un volto noto della tv pubblica (via web)

E’ il 2001 quando le viene affidata la conduzione della rubrica Costume e Società all’interno del Tg2. Nel 2003 passa al Tg1, dove viene ricordata per aver curato il servizio sul naufragio della Costa Concordia. In seguito conduce la striscia quotidiana del telegiornale alle 13.30.

Nel 2013 arriva la prima chiamata per un programma televisivo: conduce infatti Uno Mattina Estate. La sua conduzione viene molto apprezzata, tanto che passerà alla conduzione anche invernale del medesimo format. Qui viene affiancata da Roberto Poletti, senza però far mancare la sua presenza al telegiornale dove diviene un volto abitudinario.

La famiglia e la vita privata

Riguardo la sua vita sentimentale è legata allo scrittore e dirigente d’azienda Claudio Colaiacomo. La coppia è molto innamorata, tanto da sposarsi per ben due volte: la prima a Las Vegas, la seconda ad Arezzo. Al momento non hanno figli.

Leggi anche-> Barbara D’Urso, altra sconfitta: risultato pessimo

Si è definita come una giornalista di strada “prestata all’intrattenimento”. Ha anche confessato di soffrire di insonnia e di non aver risolto il problema. E’ un ambientalista, tanto da non sopportare la plastica. Infine ha vinto numerosi riconoscimenti, tra i quali spiccano il Premio Massimo Troisi nel 2013 ed il Premio giornalistico televisivo Napoli Cultural Classic nel 2018.