WhatsApp, gli utenti non hanno scelta: ora è obbligatorio

A breve tutti gli utenti di WhatsApp saranno costretti ad aggiornare i nuovi termini di servizio. Senza l’ok non si potranno utilizzare alcune funzioni.

WhatsApp utenti
Tutte le novità presenti sull’applicazione (via Screenshot)

Manca solamente una settimana ai nuovi termini di servizio di WhatsApp, con gli utenti che adesso non hanno scelta. Infatti dal 15 maggio entrerà in vigore il nuovo Tos e se gli utenti decideranno di rifiutarlo, l’applicazione limiterà alcune funzioni. In questo modo gli utenti saranno costretti ad accettare i nuovi termini, altrimenti avranno diverse limitazioni, che renderanno l’applicazione a dir poco inutilizzabile.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Playstation 5, Sony pronta per un nuovo modello: la data di uscita

Nel dettaglio smetteranno di funzionare le chiamate e le notifiche. Infatti non si potranno fare nè ricevere chiamate, e la stessa cose vale anche per i messaggi. Quindi se anche un utente proverà a contattarvi, l’applicazione non invierà nessuna notifica e non si avrà nemmeno la possibilità rispondere ai messaggi. WhatsApp, al tempo stesso, promette una grande novità, andiamo a scoprire qual è.

WhatsApp, nuova Beta per gli utenti: prove di ‘sincronizzazioni’

WhatsApp nuova funzione
Sbarcherà a breve sull’applicazione di messaggistica una nuova funzione (via Screenshot)

Ma la vera rivoluzione su WhatsApp dovrebbe avvenire con la nuova Beta, su cui da tempo ci lavorano gli sviluppatori di Menlo Park. La nuova versione dell’applicazione dovrebbe sbarcare in esclusiva su Android. La nuova Beta dell’applicazione di messaggistica è la versione 2.21.10.6, che segnerà un ulteriore passo in avanti per una delle app più utilizzate al mondo.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Bitcoin, sta per avvicinarsi il loro divieto: clamoroso il motivo

Inoltre il lavoro degli sviluppatori si concentrerà su ciò che avviene dopo la migrazione della chat. I dispositivi, infatti, nonostante il sistema operativo differente arriveranno a collaborare tra di loro. Stando alle indiscrezioni lanciate da WABetaInfo, non tutte le informazioni verranno copiate da un dispositivo all’altro. Non mancano quindi le novità per l’applicazione, che dovrà fare il massimo per convincere tutti gli utenti prima dell’arrivo dei nuovi termini di servizio