Giorgia Meloni si confessa a Verissimo: “Ho sofferto moltissimo”

Giorgia Meloni, il leader di Fratelli d’Italia intervistata da Silvia Toffanin: dall’infanzia difficile alla politica: le anticipazioni

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni (Verissimo)

È una Giorgia Meloni inedita quella che oggi pomeriggio scopriranno a Verissimo i telespettatori del programma di Silvia Toffanin. Il leader di Fratelli d’Italia non parlerà solo di politica, del suo partito che è l’unico dell’opposizione e dei rapporti con Salvini nel centrodestra.

La donna racconterà della sua difficile infanzia e di un’adolescenza che non si è rilevata facile, bullizzata solo perché aveva qualche chilo di troppo. Dalla anticipazioni del programma è emerso che la senatrice ha detto di essere cresciuta sola con la mamma e la sorella, quest’ultima definita una “guida”. Con lei ha un rapporto particolare: è l’unica persona che sa tutto di lei.

Il padre andò via quando aveva solo un anno. Viveva alle Canarie e passavano insieme solo qualche settimana all’anno. Quando è morto “non sono riuscita davvero a provare un’emozione”. La mamma ha tirato su da sola le due figlie e con la sorella.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Ilary Blasi, frecciata alla Juventus: succede in diretta all’Isola dei Famosi

Giorgia Meloni: “Ecco cosa mi fece veramente male”

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia (Getty Images)

All’interno nel panorama politico italiano e l’unica donna a guidare un intero movimento. Ha ammesso che non è stato facile ma c’è riuscita grazie alla determinazione. Se la politica è spesso il mondo dell’insulto, per una donna può essere anche peggio e Giorgia Meloni lo sa bene perché di attacchi ne ha subiti anche se ha ammesso che gli insulti quasi non le fanno più male, una cosa l’ha colpita particolarmente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Daydreamer, le anticipazioni del 10 maggio: scoppia la gelosia di Sanem

Era alla manifestazione del Family Day quando annunciò di essere incinta di Ginevra. Qualcuno le augurò di abortire e questo le fece male. Altre rivelazioni ci saranno sicuramente in Io sono Giorgia, il libro in uscita con Rizzoli. Nel proseguo nell’intervista ha respinto l’accusa di omofobia invitando a trovare parole omofobe nella sua carriera politica.